Frasi choc su strage di Oslo, Lega sospende Borghezio per tre mesi ‘Obbedisco ma non ho sbagliato’

Lui: 'La giustizia padana funziona in maniera irremovibile e severa'.
News Nazionali

Milano, 29 lug. (Adnkronos/Ign) – La Lega ha sospeso l’europarlamentare Mario Borghezio per tre mesi dopo le sue dichiarazioni in merito alla strage di Oslo. La decisione è stata presa dal consiglio federale del partito.

A confermarlo all’Adnkronos è stato lo stesso europarlamentare del Carroccio. ‘Mi ha comunicato la notizia il segretario della Lega del Piemonte Roberto Cota. Sono un soldato politico e quindi non mi resta che obbedire e accettare il provvedimento che ovviamente non condivido, perché sono totalmente innocente" ha detto Borghezio.

"Proprio nel momento in cui le autorità norvegesi – ha aggiunto l’esponente del Carroccio – hanno dimostrato di comprendere la mia buona fede accettando con grande generosità e rispetto le mie scuse e le mie condoglianze, la giustizia padana funziona in maniera irremovibile e severa. Da buon padano – conclude Borghezio – apprezzo che abbiano pensato che chi sbaglia paga, ma io non ho sbagliato".

Il consiglio federale della Lega Nord riunitosi oggi in via Bellerio avrebbe discusso dei rapporti con il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, dopo le critiche avanzate in merito all’apertura di alcuni ministeri al Nord. Secondo quanto si apprende da fonti interne sarebbe stato questo l’argomento all’ordine del giorno e il leader della Lega Umberto Bossi avrebbe spiegato quali vantaggi il decentramento dei ministeri avrebbe potuto portare.

Sempre secondo fonti interne si sarebbe poi parlato dell’organizzazione della giornata di Venezia di settembre. Non si sarebbe invece affrontato il problema legato all’assessore regionale allo sport Monica Rizzi, al centro in questi giorni di una indagine per un presunto dossieraggio nei confronti di alcuni esponenti stessi della Lega.

Il consiglio federale ha poi affrontato il tema legato all’europarlamentare Mario Borghezio e alle sue dichiarazioni dopo la strage di Oslo. Su questo c’è stata una forte presa di posizione degli esponenti veneti del partito ed in particolare di Luca Zaia che hanno spinto il consiglio a sospendere l’europarlamentare per 3 mesi. Affrontato anche il tema legato ai violenti scontri di queste settimane in Valle di Susa contro la costruzione della Tav. Lo stesso ministro Maroni ha confermato la linea di condotta da seguire contro i manifestanti confermando lo sgombero del campeggio allestito dai manifestanti per la giornata di domani.
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati