Grillo contro Renzi: soffre di invidia penis

Roma - Lo afferma il comico sul suo blog.
News Nazionali

Roma, 17 ott. (Adnkronos) – "Renzi soffre di invidia penis. Sente profondamente la mancanza di un programma elettorale del Pdmenoelle di egual valore a quello del MoVimento 5 Stelle. Per questo si considera intimamente inferiore. Questa situazione lo manda in bestia. Vorrebbe essere come il MoVimento 5 Stelle, ma deve accontentarsi di essere del pdmenoelle. Un trauma". Lo scrive Beppe Grillo sul suo blog.

"La sua invidia penis -aggiunge- e’ il motivo principale di un certo numero di reazioni, caratteristiche di un disagio non piu’ comprimibile che lo porta, inconsapevolmente, a fare propaganda per il M5S", E comunque se "il Pdmenoelle adottasse il programma del M5S Renzi non sarebbe candidabile. Per due motivi. Il primo e’ che dovrebbe occuparsi dell’amministrazione della citta’ di Firenze, carica per cui e’ stato eletto, e viene pagato, dai suoi concittadini, e non girare per l’Italia con un camper presidenziale stile Air Force One. Il secondo e’ che il M5S prevede un massimo di due mandati (la politica non e’ una professione) e Renzi sarebbe quindi gia’ arrivato a fine corsa dopo la presidenza della Provincia di Firenze e l’attuale carica di sindaco".

E poi sui rimborsi: "Il M5S non vuole alcun rimborso elettorale. Lo ha gia’ dimostrato con i fatti e i probabili 100 milioni di euro che gli spetterebbero dopo le politiche li lascera’ allo Stato. Renzi vuol fare altrettanto con i soldi che si intaschera’ il pdmenoelle? Chi paghera’ la campagna elettorale, le feste di partito e le convesci’on? Renzi e’ un ebetino inconsapevole, il compagno di banco che ti copia il compito ma non sa spiegarlo alla maestra, un succhiaruote della politica, un sindaco a zonzo, un aspirante dalemino, un vuoto con il buco intorno. Pero’ e’ gggiovane e tanto a modino. Se si comporta bene valutero’ la sua iscrizione al M5S come attivista. Si sentira’ meglio, si sentira’ a casa con un vero programma che fara’ scendere il pdmenoelle al 2%. Tra una brutta copia e l’originale, sempre meglio l’originale". 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte