In arrivo ‘Medusa’, allerta maltempo su 7 Regioni. Freddo polare nel weekend

Secondo le previsioni di Antonio Sanò direttore del portale www.iLMeteo.it, il tempo peggiorerà a partire dalle regioni del nordovest.
News Nazionali

Roma, 26 nov. (Adnkronos/Ign) – Ancora una giornata mite, poi da domani una nuova ondata di maltempo si abbatterà sull’Italia portando, nel fine settimana, un clima decisamente invernale sopratutto al Nord.

Secondo le previsioni di Antonio Sanò direttore del portale www.iLMeteo.it, il tempo peggiorerà a partire dalle regioni del nordovest con piogge dalla Liguria verso il Piemonte e la Lombardia per l’avvicinarsi della parte più avanzata del ciclone ‘Medusa’, una perturbazione atlantica alimentata da due masse d’aria estremamente eterogenee, ovvero aria fredda in discesa da latitudini artiche e aria calda di risposta dall’entroterra tunisino.

Il mix tra questi due ingredienti ‘non potrà che dar luogo a una severa fase di maltempo che mercoledi troverà il suo apice, quando temporali dal centronord e Sardegna investiranno tutte le regioni’. Particolarmente colpite saranno 7 regioni: Liguria, Piemonte, Veneto, Friuli, Toscana, Lazio e Campania.

La neve inizialmente a 1400 metri, scenderà di quota a 1000 metri sulle Alpi, e lo scirocco favorirà l’acqua alta a Venezia, anche importante di ben 130-140 cm mercoledi’ mattina. Sempre per mercoledì mattina gli esperti di iLMeteo.it sottolineano il rischio di importanti precipitazioni tra il Lazio e la Campania e sul Veneto, dove sussiste un rischio idrogeologico.

Da mercoledì sera ed entro giovedì aria più fredda valicherà le Alpi. Pertanto le nevicate scenderanno fino a 900 metri sulle Alpi e sui 1200 metri anche al Centro. Soffieranno impetuosi i venti di maestrale sulla Sardegna verso il Tirreno e la Campania, e infine irromperà la Bora a Trieste.

A seguire, il maltempo imperverserà al centrosud per qualche giorno, con una tregua al Nord, mentre nel primo fine settimana di dicembre è attesa una riacutizzazione dei fenomeni, e, complici le temperature in calo, la neve è attesa a quote via via più basse. Lunedì 3 dicembre è atteso uno scenario invernale sull’Italia, a causa di una ‘vera e propria sciabolata artica’ verso l’Italia. 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte