Roma, 71 comitati a Ponte di Nona contro i campi Rom. ‘Sfilano’ anche 200 cani

Pirina, da Salvini a Renzi di politici non ne vogliamo, quella di domenica sarà manifestazione di popolo
News Nazionali

Roma, 19 mag. (AdnKronos) – Settantuno comitati di cittadini, associazioni e gente comune in piazza per protestare contro i campi Rom della Capitale. Con loro ci saranno anche 200 cani avvolti nel tricolore "a testimoniare solidarietà ai loro ‘colleghi’ maltrattati negli insediamenti". Non ci saranno invece i politici: "Da Salvini a Renzi, non vogliamo nessuno, questa è una manifestazione di popolo", dice all’Adnkronos Franco Pirina, presidente del Caop Ponte di Nona.

"Sarà una bella manifestazione pacifica e un bel segnale alle istituzioni perché l’esasperazione è massima – dice – Oggi come oggi i problemi dei cittadini sono la presenza dei campi rom a Roma e il pericolo delle cellule terroristiche. Abbiamo raccolto l’esasperazione di tutta Roma – aggiunge – La Capitale è in condizioni peggiori rispetto a Ponte di Nona come sicurezza e degrado, perché chi vive nei campi esce e si dirige al centro".

"Anche il degrado nelle strade con questo rovistaggio nei cassonetti è ormai sotto gli occhi di tutti. Noi abbiamo il degrado dei fumi tossici e le problematiche che portano questi campi – aggiunge Pirina- Sono terra di nessuno, anche i vigili del fuoco vengono aggrediti se vanno a spegnere un incendio. Siamo davanti a una situazione di degrado forte e a problemi di sicurezza che turbano la popolazione".

La manifestazione è stata organizzata dal Caop (Coordinamento azioni operative di Ponte di Nona), un centro "operativo", spiega il presidente, che "combatte tutte le forme di illegalità presenti sul territorio".

"Noi facciamo prevenzione e diamo la massima collaborazione alle forze dell’ordine, appena vediamo qualcosa che non quadra allertiamo subito loro e vogliamo diffondere questa cultura di collaborazione – sottolinea Pirina – Molte volte c’è l’omertà dinanzi a fatti delinquenziali, ci si gira dall’altra parte, ma questo è un grave errore, non aiuta le forze dell’ordine".

Il raduno per il corteo autorizzato, che sfilerà domenica per le vie di Ponte di Nona, è previsto per le 10 a piazza Attilio Muggia. I cittadini percorreranno via Francesco Caltagirone, via Giorgio Grappelli, la via principale che porta a Roma est, via Capetti, via Raul Chiodelli, viale Caltagirone per poi tornare a piazza Attilio Muggia per le conclusioni finali.

"Non parteciperà nessun personaggio politico – dice ancora Pirina – è vietato dal nostro servizio d’ordine, ci sono le elezioni vicine e questa è una manifestazione della gente. Certo consiglieri comunali e municipali saranno tra la gente ma non potremmo accettare la partecipazione di Alemanno, Borghezio, Salvini o Renzi. Questo invito è rivolto a tutti i politici a livello nazionale. L’unica bandiera consentita sarà il tricolore che è tipica nelle nostre manifestazioni".

Con la manifestazione di domenica, aggiunge, vogliamo chiedere la "chiusura di tutti i campi Rom di Roma, la città ha già dato in sicurezza, in salute e in soldi". "La soluzione che proponiamo? Saremo i primi ad aiutare tutti quelli che veramente vogliono integrarsi, che abbiano un lavoro onesto, rispettoso delle leggi, e che paghino le loro utenze come fanno le famiglie italiane – spiega Pirina – Invece tutti quelli che continuano a delinquere e hanno fascicoli su fascicoli e non hanno interesse a integrarsi devono essere espulsi come stanno facendo tutti i paesi europei".

"Inoltre con noi cittadini sfileranno anche 200 amici a quattro zampe avvolti con il tricolore, che manifestano contro i maltrattamenti dei loro simili che avvengono nei campi nomadi – conclude – Inoltre ci saranno i cani salvati dai campi nomadi che possono essere adottati dai cittadini". 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati