Usa, Gm si tiene Opel: salta la cessione a Magna. Berlino: siamo preoccupati

La societa' automobilistica di Detroit ha motivato la sua decisione con il miglioramento della situazione economica.
News Nazionali

Washington, 4 nov. (Adnkronos/dpa) – Il Consiglio di amministrazione della General Motors ha deciso di mantenere il controllo dell'Opel, rinunciando alla vendita alla societa' austro canadese Magna. La societa' automobilistica di Detroit ha motivato la sua decisione con il miglioramento della situazione economica.

"Dato il miglioramento della situazione di mercato per Gm negli ultimi mesi, e l'importanza della Opel Vauxhall per la strategia globale di Gm, il consiglio di amministrazione di Gm ha deciso di mantenere Opel e iniziera' al piu' presto una ristrutturazione delle sue operazioni in Europa", si legge in un comunicato diffuso dalla casa automobilistica americana.

La decisione non e' piaciuta in Germania, dove il cancelliere Angela Merkel aveva sostenuto sin dallo scorso maggio la vendita del 55% della Opel a Magna e ai suoi partner russi, Sberbank e Gaz. A Wiesbaden, il primo ministro del land dell'Assia, dove si trovano gli impianti della Opel, ha espresso "choc" e "rabbia" di fronte alla decisione della Gm. "Alla luce delle esperienze negative del passato con la strategia di Gm , sono molto preoccupato per il futuro della societa' e dell'occupazione", ha affermato Roland Koch, in un comunicato diffuso nella tarda serata di ieri sera dopo le notizie giunte da Detroit.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati