Ad Aosta l’aliquota Tasi fra le più basse d’Italia

E’ quanto emerge da un’indagine pubblicata da Repubblica. Il sindaco Giordano: “Abbiamo voluto incidere il meno possibile nelle tasche dei cittadini”.
Il Sindaco Bruno Giordano
Politica

Aosta è tra le città che hanno applicato l’aliquota Tasi più bassa. E’ quanto emerge da un’indagine pubblicata il 9 settembre scorso dal quotidiano “la Repubblica” che presenta un confronto tra le città capoluogo di provincia e di regione che hanno pubblicato le percentuali della nuova tassa per i servizi indivisibili dell’Imposta unica comunale.

“I dati riportati dall’indagine – commenta in un comunicato stampa il sindaco di Aosta, Bruno Giordano – confermano la linea che l’Amministrazione comunale a suo tempo aveva scelto di seguire, vale a dire la volontà di incidere il meno possibile sulle tasche dei cittadini, ed evitando, come invece è avvenuto in altre realtà, di effettuare successivamente “compensazioni” con Imu e Tari”.

Tra i 70 Comuni presi in esame dall’inchiesta (basata su dati elaborati dal Servizio Politiche territoriali del sindacato UIL) – Aosta – in compagnia di Matera, Nuoro e Trento – ha deliberato un’aliquota dell’1permille (che sale all’1,5 permille e al 2 permille per alcune categorie di immobili di lusso) a fronte di un valore medio, tra le città considerate, del 2,46 permille. Inoltre, il Comune di Aosta, pur avendo introdotto diverse agevolazioni per i cittadini meno abbienti, non ha usufruito della possibilità offerta dalla legge di aggiungere lo 0,8‰ all’aliquota base per finanziare le detrazioni.
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica