Aeroporto, Alpe: “Bisogna fermare l’emorragia di denaro pubblico”

Il gruppo consiliare di Alpe in una nota ricorda il recente referendum del 12 giugno scorso con cui gli elettori sudtirolesi hanno messo la parola fine al finanziamento pubblico dell'aeroporto commerciale di Bolzano.
L'aeroporto Corrado Gex di Saint-Christophe
Politica

"L’emorragia di denaro pubblico convogliato sull’ormai esanime aeroporto commerciale valdostano" va fermato subito. A dirlo è il gruppo consiliare di Alpe in una nota ricordando il recente referendum del 12 giugno scorso con cui gli elettori sudtirolesi hanno messo la parola fine al finanziamento pubblico dell’aeroporto commerciale di Bolzano.

"Il coraggio del Presidente della Provincia Autonoma è tangibile – dicono i consiglieri del gruppo del Galletto -: non solo non ha avuto paura di sottoporre al vaglio dei cittadini una propria scelta politica, ma ha anche saputo prendere atto del fatto che il popolo sudtirolese la pensa diversamente e agire di conseguenza affinché tale volontà sia rispettata."

Una vicenda che secondo il gruppo, deve farci "riflettere ancora una volta sulle scelte che riguardano il nostro aeroporto. E siccome è di denaro pubblico che parliamo, e di scegliere come spendere risorse che si assottigliano sempre più, lo strumento della democrazia partecipativa assume un’importanza evidente, da non sottovalutare neppure in Comunità, come quella sudtirolese e come la nostra, dove i tassi di disoccupazione sono molto più bassi, e la qualità della vita più alta della media nazionale. C’è sempre da imparare dall’esito clamoroso di un referendum!"

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica