Politica di Luca Ventrice |

Ultima modifica: 19 Agosto 2019 12:44

Arco di Augusto, si va verso la pedonalizzazione completa. Come cambia la viabilità di Aosta

Aosta - La Giunta comunale ha approvato una delibera che pone le basi per la chiusura al traffico dell’area, cercando di fare un “focus” sulla viabilità complessiva del Capoluogo in generale e aggiornando il Piano del traffico. In vista la sperimentazione di due rotonde da e per via Monte Émilius e la chiusura di via Garibaldi.

Tetris Arco dAugusto EditionArco di Augusto

Per la pedonalizzazione completa dell’Arco di Augusto “qualcosa si muove”. La Giunta comunale infatti ha approvato questa mattina una delibera che pone le basi per la chiusura al traffico dell’area ma non solo, cercando di fare un “focus” sulla viabilità del Capoluogo in generale.

Arco di Augusto, la chiusura passa da due rotonde

Dopo gli incontri in Commissione consiliare, si legge in delibera, il Comune sta verificando gli interventi di modifica della viabilità all’Arco d’Augusto che – attingendo alle previsioni del Piano generale del traffico urbano – prevede diverse fasi.

Anzitutto la sperimentazione delle rotonde tra via Monte Émilius e corso Ivrea, e tra la stessa via e via Clavalité, con una fase intermedia di pedonalizzazione dell’Arco che avverrà mediante la chiusura di via Garibaldi ed una prima riorganizzazione dei flussi di traffico utilizzando i due ponti sul Buthier.

A questo seguirà, nel caso di esito positivo, la realizzazione delle due rotatorie con la sistemazione di via Monte Émilius. Qui l’obiettivo è – dopo i lavori sulla via – quello di realizzare una serie di posti auto alternativi a quelli da eliminare con la pedonalizzazione prendendo in considerazione l’area sul lato sud della caserma dei Vigli urbani.

“Nella delibera – spiega il Sindaco di Aosta Fulvio Centoz – abbiamo anche approvato il rinnovo all’incarico dell’ingegner Asiatici per la realizzazione delle famose due rotonde su via Monte Émilius. L’ipotesi da verificare è se sia possibile intervenire sulponte nuovo” sul Buthier, chiudendo quello vecchio. Nel frattempo andremo avanti posizionando le due rotonde in via sperimentale e chiudendo via Garibaldi”.

Nuova Università, via Elter e “Aosta in bicicletta”

“Siamo in una fase di studio – prosegue Centoz – che serve anzitutto ad aggiornare il Piano del traffico che è del 2011 e va attualizzato. Ci siamo concentrati su alcuni punti nevralgici del Capoluogo come l’Arco di Augusto, la Nuova Università ed il prolungamento di via Giorgio Elter per fare il punto sui flussi di traffico e l’interazione di città con il progetto ‘Aosta in bicicletta’”.

Proposito per il quale, aggiunge il Sindaco “Ci è stato presentato il Progetto preliminare che a settembre porteremo in Commissione, e accogliamo come occasione per una pianificazione generale coerente”.

Sulle modifiche della zona di via Giorgio Elter la delibera parla del raccordo via Saint-Martin-de-Corléans con corso Battaglione da realizzare dopo l’inversione del traffico su via Monte Vodice, per la quale i tecnici stanno verificando la possibilità di piazzare due rotonde.

A questo si aggiunge la verifica di istituire il senso unico su via Cesare Battisti cercando di capire l’impatto possibile che prevedeva il Pgtu originale del 2011 che prevedeva la pedonalizzazione di una parte di via Monte Solarolo e piazza della Repubblica ed una serie di nuovi sensi unici.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>