Bianchi: “La discarica di Brissogne ha ancora una vita di 18 mesi, l’indifferenziata sta diminuendo”

Guerra di numeri con gli ambientalisti di Valle Virtuosa. L’assessore all’Ambiente: “Non andremo in emergenza rifiuti”. Verrà affidato un incarico professionale per adeguare il Piano regionale di gestione dei rifiuti.
La discarica di Brissogne vista dall'alto
Politica

“La disponibilità di spazio ci permette di non andare in emergenza rifiuti: la vita della vecchia discarica è stimabile, ad essere pessimisti, in almeno 18 mesi”. Così l’assessore all’ambiente Luca Bianchi risponde alla polemica sollevata da Valle Virtuosa che, nei giorni scorsi, aveva invece ipotizzato una vita per il sito di Brissogne di circa sei mesi.

“I conferimenti di rifiuti indifferenziati – ha detto Bianchi – sono diminuiti dalle 44mila tonnellate circa all’anno nel 2012 alle 36mila tonnellate circa del 2013. La raccolta dell’organico potrebbe permettere di ridurre ulteriormente nei prossimi mesi queste quantità”.

Sempre in tema di rifiuti, oggi, venerdì 19 settembre, la Giunta regionale ha approvato l’avvio della procedura per conferire l’incarico professionale per l’adeguamento del Piano regionale di gestione dei rifiuti. Per quanto riguarda i tempi è previsto che entro fine anno il soggetto incaricato produca la bozza del Piano, preceduta dalle indicazioni, in particolare, circa i requisiti funzionali dell’impianto di selezione della raccolta indifferenziata e di trattamento dell’organico biodigestore anaerobico. Per questo incarico, l’esecutivo regionale ha stanziato 100mila euro

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica