Bongiorno: “La solita marmellata di interessi valdostana”. Riccarand: “sistema radicato di potere”

I primi commenti al voto. Sia il Pdl che l'Arcobaleno si aspettavano di più. Bongiorno "una Valle d'Aosta che ha ancora tanta strada da fare. Riccarand"voto personale con forti risvolti clientelari"
Giorgio Bongiorno
Politica

Non usa mezzi termine Giorgio Bongiorno, coordinatore del Popolo delle Libertà per definire il quadro che sta uscendo dalle urne valdostane: “è la conferma della solita marmellata di interessi valdostana, di una Valle d’Aosta che ha ancora tanta strada da fare per arrivare a quel livello internazionale che i giovani chiedono.”

Il Pdl sicuramente qualcosa in più se l’aspettava da questa tornata elettorale, almeno sull’onda del risultato nazionale dello scorso aprile “la buona notizia è che consolidiamo il risultato delle politiche, prendendo qualche punto in più”.

 “Monopolio di potere, sistema di potere radicatoè invece la definizione usata dal coordinatore dell’Arcobaleno Elio Riccarand per definire il risultato dell’Uv “il voto per le regionali si sa è un voto personale con risvolti clientelari forti. Sicuramente ci aspettavamo almeno un 5% in più visto lo sforzo encomiabile per proporre un’alternativa.”

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica