Cgil, Cisl e Uil: “Il Comitato direttivo dell’Arrs è illegittimo, a rischio gli accordi”

Nell'ottobre scorso il Comitato è stato rinnovato e secondo i sindacati due dei nuovi componenti non potrebbero farne parte: la prima perché priva di riconosciuta competenza, la seconda perché incompatibile. "Aspettiamo risposte dalla Giunta e dal Celva".
CGIL, CISL E UIL
Politica

Il Comitato direttivo dell’Agenzia regionale per le relazioni sindacali (Arss), incaricato di definire con le parti sociali il contratto collettivo regionale di lavoro, è illegittimo o meglio, a essere illegittima è la nomina, dell’ottobre scorso, di due, dei suoi cinque componenti: Giulia Pasi e Alessandra Morandini. A sostenerlo sono la Cgil, la Cisl e la Uil che oggi hanno convocato una conferenza stampa.

“Non è una battaglia personale e non mettiamo in dubbio la professionalità di nessuno  – spiega Marco Lo Verso, segretario regionale Cgil Funzione pubblica – ma abbiamo motivi oggettivi per dire che queste due persone non possono fare parte del Comitato direttivo perché, come previsto dalla legge, una è sprovvista dei requisiti di competenza e l’altra, presenta una evidente incompatibilità, avendo esercitato attività, in nome e per conto, di una organizzazione sindacale”.

A preoccupare maggiormente i sindacati è il rischio che tutti gli accordi che verranno siglati con il nuovo Comitato direttivo “possano essere annullati per illegittimità derivata”.

“A breve – sottolinea Carmela Macheda della Cgil – andremo a firmare il testo unico del comparto del pubblico impiego che interessa oltre 5000 lavoratori e che conterrà importanti modifiche. Con questo Comitato direttivo qualunque lavoratore potrà fare ricorso contro una norma a lui non favorevole, appigliandosi a questa anomalia”.

I sindacati fin dal giorno successivo alla nomina del nuovo Comitato direttivo dell’Arss hanno segnalato la questione al Presidente della Giunta, chiedendo un incontro. Analoga lettera è stata inviata al Consiglio permanente degli enti locali. Ma nessuna risposta è arrivata.

“La situazione è delicata – sottolinea Lo Verso –  non vogliamo andare per vie giudiziarie ma preferiamo risolvere la questione intorno ad un tavolo”.

Abbiamo aspettato la fine delle elezioni per denunciare la situazione – conclude Ramira Bizzotto della Uil – perché non volevamo che la nostra azione potesse essere strumentalizzata ma adesso chiediamo, nell’interesse comune, delle risposte”

Nel  Comitato direttivo dell’Arss oltre a Giulia Pasi e Alessandra Morandini, la prima designata dal Celva e la seconda dalla Giunta regionale, siedono anche Ezio Donzel, Romano Dell’Aquila e Elviro Favre

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte