Coppa Europa, niente contributi a Valtournenche. “Potevano pagarsela da soli”

L'Assessore ha spiegato che "il comprensorio di Cervinia ha registrato un record di presenze, basti pensare che al 6 gennaio 2015 gli incassi erano di 7 milioni 800 mila euro contro i 5 milioni 600 mila dell'anno precedente. "
Politica

"Gli organizzatori erano nelle condizioni di sostenerlo autonomamente". Così l’Assessore regionale al Turismo, Aurelio Marguerettaz rispondendo ad un question time dell’Uvp sulla mancata concessione del contributo al Club de Ski Valtournenche per l’organizzazione delle gare di Coppa Europa femminile di sci alpino del 18 e 19 dicembre scorso.

L’Assessore ha spiegato che "il comprensorio di Cervinia era l’unico aperto ed è stato registrato un record di presenze, basti pensare che al 6 gennaio 2015 gli incassi erano di 7 milioni 800 mila euro contro i 5 milioni 600 mila dell’anno precedente. Quindi, pur riconoscendo lo sforzo degli sci club, abbiamo ritenuto che non vi fosse il presupposto del rilievo promozionale e abbiamo voluto riconoscere la deroga ad altri comprensori che, invece, avevano maggiori difficoltà."

Nella replica, il Consigliere Nogara ha dichiarato: "Il ragionamento dell’Assessore non fa una grinza, ma la risposta dell’Amministrazione è stata inadeguata. Siamo sicuri che se nella lettera fossero state fornite queste motivazioni, il Club de Ski Valtournenche e gli organizzatori avrebbero capito. C’è stato un madornale errore di comunicazione ed è stata sottovalutata l’importanza dell’evento". Il consigliere progressista ha, quindi, ricordato grazia e questa manifestazione hanno soggiornato a Valtournenche 160 persone provenienti da 16 nazioni.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica