Costi della politica, capigruppo convocati dalle Fiamme gialle

A sfilare negli uffici delle GDF sono stati ad oggi Francesco Salzone di Stella alpina, Patrizia Morelli di Alpe e Leonardo La Torre ex Federation autonomiste, ai quali i finanzieri hanno chiesto di produrre documenti per giustificare le spese.
Consiglio regionale
Politica

Capigruppo della scorsa legislatura convocati dall’aliquota della Guardia di Finanza della Polizia giudiziaria, nell’ambito dell’inchiesta sui costi della politica in Valle d’Aosta.

A sfilare negli uffici delle fiamme gialle sono stati ad oggi Francesco Salzone di Stella alpina, Patrizia Morelli di Alpe e Leonardo La Torre ex capogruppo di Federation autonomiste, ai quali i finanzieri hanno chiesto di produrre documenti per giustificare le spese sostenute dai gruppi. Nei prossimi giorni toccherà agli altri rappresentanti dei gruppi della passata legislatura.

Nel registro degli indagati dell’inchiesta, coordinatata dal Procuratore Capo, Marilinda Mineccia, risultano iscritti ad oggi i nomi di alcuni consiglieri appartenenti a tutti i sei gruppi consiliari della legislatura 2008-2013. Le posizioni sono differenti così come le contestazioni. In alcuni casi sembra che i fondi destinati ai gruppi sarebbero stati versati al partito di appartenenza, in altri casi invece direttamente nelle disponibilità del singolo consigliere. Le indagini erano state avviate a seguito delle notizie emerse su alcune spese “sospette” sostenute dal Pd e pubblicate sul sito e sul giornale del partito. L’inchiesta si è concentrata sulle risorse assegnate ai gruppi del Consiglio regionale e in particolare, dalla relazione condotta in questi mesi dalla Guardia di finanza, la prima fase si è concentrata sui movimenti bancari dei singoli consiglieri regionali.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte