Dehors, i commercianti bocciano di nuovo il regolamento

La recente approvazione del testo da parte della Commissione consiliare non ha convinto gli esercenti che accusano l’assessore Borrello di “aver respinto, nonostante gli impegni assunti, tutte le proposte migliorative formulate”.
Dehors in piazza Chanoux ad Aosta
Politica

“Con il nuovo regolamento sui dehors il Comune favorisce la desertificazione turistica e sociale di Aosta, una città già abbandonata a se stessa dove il disordine urbanistico regna sovrano”. La recente approvazione del nuovo testo da parte della Commissione non ha convinto i commercianti che accusano l’assessore Borrello “aver respinto, nonostante gli impegni assunti, tutte le proposte migliorative formulate”.

“Abbiamo l’impressione – sottolineano Giuseppe Sagaria, vice presidente di Confcommercio, e Paola Gottardi, Presidente di Confesercenti – che ci sia chi ignora ancora che i dehors contribuiscono ad abbellire la città portando ricchezza e prestigio a un luogo che vive una fase di decadenza mai vista prima e che si potrebbe aggravare allorquando gli esercenti non chiederanno più le concessioni”.

Le proposte di Confcommercio e Confesercenti per l’installazione dei déhors, mirano invece a “combattere la desertificazione della nostra città, che il nostro Sindaco vuole che sia turistica, e contribuire alla riqualificazione del centro urbano tutelando la qualità dell’offerta dei servizi commerciali. Per questo auspichiamo un ripensamento da parte della maggioranza che a nostro avviso deve compiere scelte politiche consapevoli, disgiunte dalle indicazioni prettamente burocratiche col principale obiettivo di dare maggiori opportunità e strumenti di lavoro alle nostre aziende associate e non”. Confcommercio e Confesercenti si augurano infine che in aula “il regolamento venga modificato così come richiesto dalle associazioni di categoria che nei prossimi giorni promuoveranno un incontro con le forze politiche”. 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte