Dimissioni Viérin, Rollandin: “La libertà di espressione nel Movimento è dimostrata”

Il Presidente della Regione, Augusto Rollandin, è stato chiamato oggi in occasione della consueta conferenza stampa di Giunta a commentare le dimissioni di Laurent Viérin da Assessore regionale all'Istruzione e Cultura. "Disappunto per le sue affermazioni
Augusto Rollandin
Politica

"Mercoledì il consiglio regionale prenderà atto di quello che è successo, poi ci saranno le valutazioni del caso". Dribbla bene le domande dei giornalisti il Presidente della Regione, Augusto Rollandin, chiamato oggi in occasione della consueta conferenza stampa di Giunta a commentare le dimissioni di Laurent Viérin da Assessore regionale all’Istruzione e Cultura.

Sulle presunte colpe attribuite a Viérin in relazione alla sconfitta referendaria, Rollandin ha spiegato come "i commenti e le discussioni io li ho fatti nella sede che pensavo più riservata senza sapere che vi fosse la linea diretta con i vostri uffici (Ndr le redazioni dei giornali), adesso lo so e mi attrezzerò di conseguenza. Le lettere quando si mandano a una persona, a meno che non si sbagli indirizzo, le si mandano solo alla persona interessata, prendo atto invece che vengono diffuse in modo pubblico. Le cose che avevo da dire le ho dette in quella sede dove non ho mai accusato nessuno". Rollandin ha poi spiegato, cosi come ribadito dal documento di ieri del Comité, che Viérin lunedì scorso non è "stato messo sul banco degli imputati" per la questione del mancato controllo della scuola mentre le accuse rivoltegli riguardavano la mancata coerenza rispetto alla decisione del non voto, "ho detto – ha spiegato il Presidente – che gli eletti che sono andati a votare a mio avviso non hanno sicuramente rispettato un accordo, mai messo in discussione, e votato da tutto il gruppo all’unanimità".

Infine sulla mancanza di dialogo all’interno del movimento Rollandin ha sottolineato come "la libertà di espressione nel movimento c’è ed è dimostrata, come è dimostrata in tutti i consessi e contesti che vedono presenti degli eletti. Queste affermazioni lasciano tutto il disappunto nel vedere affermare delle cose completamente inesatte. Io ho parlato con la persona interessata e quello che avevo da dire l’ho detto all’interessato."

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte