Politica di Silvia Savoye |

Ultima modifica: 3 Dicembre 2019 12:24

Esercizio associato di servizi comunali: una sottocommissione per rivedere la legge

Aosta - La data di presentazione del testo finale per la discussione in Aula è stabilita preferibilmente per il mese di febbraio 2020.

L'Assemblea Cpel del 14 marzo 2019L'Assemblea Cpel - Immagine repertorio

Nei mesi scorsi era arrivato uno dopo l’altro lo scioglimento di diverse associazioni dei comuni, accompagnata dalla richiesta di rivedere la legge. Ora, dopo mesi di attesa e una proposta di legge depositata da Mouv’, Lega e Gruppo misto, è arrivato un punto fermo: sarà una sottocommissione a modificare la disciplina dell’esercizio associato di funzioni e servizi comunali.

L’accordo è stato raggiunto al termine di una serie di riunioni fra i vari gruppi consiliari.

“Con grande senso di responsabilità – ha specificato il Consigliere Restano -, di concerto con i gruppi di maggioranza, i proponenti hanno accettato di rinviare la proposta in Commissione consiliare, a fronte di un accordo politico. L’accordo prevede che il testo della proposta di legge a firma Restano, Aggravi e Gerandin costituirà la base su cui sarà definita la revisione della legge regionale n. 6/2014”.

Per la stesura del testo sarà istituita una sottocommissione o gruppo di lavoro che sarà supportato dalla Struttura enti locali previa autorizzazione della Presidenza della Regione e composta da un rappresentante di Lega VdA, Mouv’, Misto, ADU-VdA, M5S, Alliance Valdôtaine, Stella Alpina e Union Valdôtaine. La Presidenza sarà individuata all’interno di uno dei gruppi di Lega VdA, Mouv’ e Misto.

Per la discussione consiliare del testo finale saranno individuati due relatori, uno di minoranza e uno di maggioranza. Le riunioni della sottocommissione avranno la precedenza sulle attività di tutte le altre Commissioni consiliari, fatta eccezione per la seconda Commissione. La data di presentazione del testo finale per la discussione in Aula è stabilita preferibilmente per il mese di febbraio 2020.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>