Fiducia governo Meloni, Vda Aperta accusa: “Manes ha tradito gli impegni elettorali”

"La “conveniente” astensione dell’onorevole Manes rivela sin da subito che la coalizione che lo ha eletto era per lui e per il suo movimento esclusivamente un autobus elettorale".
Franco Manes camera
Politica

“L’astensione di Manes nel voto di fiducia al governo di destra Meloni tradisce gli impegni elettorali, le ipocrite promesse del Pd e dimostra che avevamo ragione noi: il “voto utile” a Manes e Vésan era utile solo per l’Union”. Così Vda Aperta commenta la scelta del deputato valdostano di astenersi nel voto di fiducia ieri alla Camera al Governo Meloni.

“Se la fiducia al governo Meloni da parte della senatrice Spelgatti pare scontata, la “conveniente” astensione dell’onorevole Manes rivela sin da subito che la coalizione che lo ha eletto era per lui e per il suo movimento esclusivamente un autobus elettorale”.

Per Vda Aperta da Meloni ieri non sono arrivate rassicurazioni “nel merito, per le autonomie e per le minoranze linguistiche, solo mere dichiarazioni di intenti. Ma evidentemente questo è stato reputato sufficiente per far sì che il nostro rappresentante alla Camera si ponesse in una situazione subalterna verso un governo e una maggioranza che non hanno bisogno di “numeri” e “voti” per reggere”.

Franco Manes si astiene nel voto di fiducia al governo Meloni

Astensione. E’ la decisione presa dal deputato Franco Manes in serata con il gruppo delle minoranze linguistiche sulla fiducia al Governo Meloni. Dopo aver ascoltato il discorso della presidente del Consiglio dei Ministri, arrivata alle 11 alla Camera per chiedere la fiducia, il deputato valdostano Franco Manes ha evidenziato nel suo discorso alcuni passaggi “che ci ha fatto piacere ascoltare”. In primis quello “sulle autonomie differenziate”. 

La premier ha spiegato come sia intenzione del suo Governo “dare seguito al processo virtuoso di autonomia differenziata già avviato da diverse Regioni italiane secondo il dettato costituzionale e in attuazione dei principi di sussidiarietà e solidarietà, in un quadro di coesione nazionale”. Meloni si è anche soffermata sulla provincia di Bolzano annunciando la volontà di “ripristinare gli standard di autonomia che nel ‘92 hanno portato al rilascio della quietanza liberatoria Onu”.
Il deputato valdostano ha chiesto “la stessa garanzia anche per la Valle d’Aosta e per il proprio Statuto speciale”.

Al Governo Meloni, Manes ha poi chiesto “nei prossimi urgenti atti di questo governo, adeguate politiche per sostenere i territori di montagna, le attività economiche, imprenditoriali e commerciali, senza dimenticare ad esempio gli impianti a fune e le professioni legate alla montagna, un’ecosistema quello della montagna che è stato il primo a risentire sensibilmente dei cambiamenti climatici e della crisi energetica”.

Infine il deputato valdostano si è detto pronto a sostenere “quei provvedimenti che risponderanno alle esigenze dei nostri territori, in caso contrario faremo una ferma e onesta posizione a tutti quei provvedimenti che andranno a sfavore del popolo valdostano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte