Politica di Silvia Savoye |

Ultima modifica: 17 Febbraio 2020 17:38

Gestione Monterosa Spa e Funivie Monte Bianco: approfondimenti della Corte dei Conti

Aosta - Il programma di attività della sezione di controllo della Corte dei Conti per il 2020. Approfondimenti anche sulla gestione di Inva e dei Centri per l’Impiego e sulla conformità alla legge delle spese sostenute da partiti, movimenti, liste e gruppi di candidati per le campagne elettorali.

Funivor - Monterosa Ski

La gestione delle Funivie Monte Bianco, della Monterosa Spa e di Inva, ma anche l’analisi del piano di ristrutturazione aziendale della Casinò, approvato dal Consiglio regionale nel maggio 2017. Sono alcuni dei dossier che nel 2020 saranno sotto la lente d’ingrandimento della sezione regionale di controllo della Corte dei Conti.

La programmazione delle attività della sezione, guidata dal Presidente Piergiorgio Della Ventura, con consiglieri Roberto D’Alessandro, Fabrizio Gentile,  Franco Vietti e Sara Bordet, è stata approvata nei giorni scorsi.

Oltre ai consueti controlli sulla gestione della Regione e degli enti strumentali, sull’Azienda Usl e sui contributi erogati dal Consiglio regionale ai gruppi consiliari, la sezione quest’anno accenderà i riflettori sulla legittimità e sulla regolarità della gestione della società Funivie Monte Bianco per il periodo 2011-2017. Verrà poi definita l’istruttoria circa l’analisi del piano di ristrutturazione aziendale della società Casinò de la Vallée, approvato dal Consiglio regionale il 24 maggio.  Già nel 2018 la sezione di controllo aveva sollevato criticità in ordine agli ultimi trasferimenti disposti.

Nel mirino delle sezione finisce poi la gestione della società Monterosa Ski Spa per il periodo 2011-2018 e la gestione di Inva per lo stesso periodo. Infine la sezione andrà a verificare la gestione dei Centri per l’Impiego (CpI) e lo stato di attuazione della disciplina normativa di riferimento, oltre alla conformità alla legge delle spese sostenute da partiti, movimenti, liste e gruppi di candidati per le campagne elettorali.

 

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>