Giornalisti, l’Ordine Vda: “Inaccettabili le offese alla categoria”

Anche l'ordine dei Giornalisti della Valle d'Aosta prende posizione contro gli insulti alla categoria da parte di Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista.
Tiziano Trevisan - Presidente Ordine
Politica

Anche l’ordine dei Giornalisti della Valle d’Aosta prende posizione contro gli insulti alla categoria da parte di Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista.

“Assistiamo, ormai quotidianamente, ad attacchi ciechi e volgari ai giornalisti e al giornalismo. Riteniamo inaccettabili le offese alla categoria, fatta di professionisti seri e capaci e non possiamo tollerare ancora gli insulti e le minacce alla Libertà di pensiero e di espressione” sottolinea in una nota il Consiglio dell’Ordine

“Pertanto, condividiamo con la FNSI l’iniziativa di mobilitazione – #giùlemanidall’informazione – auspichiamo una presa di coscienza responsabile da parte dei cittadini così come hanno fatto diversi Enti e Associazioni (tra cui il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti e gli Ordini regionali dei giornalisti; Usigrai; Anpi; Arci; Articolo21; Associazione Amici di Roberto Morrione; Associazione Carta di Roma; Gaynet Italia; Giornale Radio Sociale; Associazione Giulia Giornaliste; Gruppo Abele; Libera; Libera Informazione; Associazione NoiAntimafia di Ostia; Progressi; Radio Articolo Uno; Rete NoBavaglio; Riforma.it; Ucsi; Ungp; rappresentanti delle istituzioni locali) – prosegue la nota –  che hanno a cuore il Principio fondamentale sancito dall’art. 21 della nostra Costituzione e sollecitiamo un’adeguata presa di posizione di tutte le parti politiche”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica