Giornalisti, l’Ordine Vda: “Inaccettabili le offese alla categoria”

Anche l'ordine dei Giornalisti della Valle d'Aosta prende posizione contro gli insulti alla categoria da parte di Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista.
Tiziano Trevisan - Presidente Ordine
Politica

Anche l’ordine dei Giornalisti della Valle d’Aosta prende posizione contro gli insulti alla categoria da parte di Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista.

“Assistiamo, ormai quotidianamente, ad attacchi ciechi e volgari ai giornalisti e al giornalismo. Riteniamo inaccettabili le offese alla categoria, fatta di professionisti seri e capaci e non possiamo tollerare ancora gli insulti e le minacce alla Libertà di pensiero e di espressione” sottolinea in una nota il Consiglio dell’Ordine

“Pertanto, condividiamo con la FNSI l’iniziativa di mobilitazione – #giùlemanidall’informazione – auspichiamo una presa di coscienza responsabile da parte dei cittadini così come hanno fatto diversi Enti e Associazioni (tra cui il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti e gli Ordini regionali dei giornalisti; Usigrai; Anpi; Arci; Articolo21; Associazione Amici di Roberto Morrione; Associazione Carta di Roma; Gaynet Italia; Giornale Radio Sociale; Associazione Giulia Giornaliste; Gruppo Abele; Libera; Libera Informazione; Associazione NoiAntimafia di Ostia; Progressi; Radio Articolo Uno; Rete NoBavaglio; Riforma.it; Ucsi; Ungp; rappresentanti delle istituzioni locali) – prosegue la nota –  che hanno a cuore il Principio fondamentale sancito dall’art. 21 della nostra Costituzione e sollecitiamo un’adeguata presa di posizione di tutte le parti politiche”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte