Politica di Luca Ventrice |

Ultima modifica: 6 Settembre 2019 11:42

Governo Conte bis, Adu: la brutta stagione è alle spalle

Aosta - Ambiente Diritti Uguaglianza fa il punto sull'insediamento del nuovo esecutivo M5s-Pd, e attacca il fu governo "gialloverde", con la Lega nel mirino: "Riproposizione di parole, modi, gesti e proclami che pensavamo relegati in un ventennio tristemente noto”.

Adu - Ambiente Diritti Uguaglianza Valle d'AostaAdu - Ambiente Diritti Uguaglianza Valle d'Aosta

“La ‘più pazza crisi di governo’ che la storia italiana ricordi è iniziata con la pretesa da parte di un ministro troppo esuberante di avere ‘pieni poteri’ in virtù di una sensazione plebiscitaria basata sulla sovraesposizione mediatica, sopportata e supportata da una stampa quasi tutta amica, da palinsesti Tv pensati non per informare, ma per offrire palcoscenici dove la sguaiatezza comunicativa, la violenza simbolica e l’odio sono diventati formule di successo e di intrattenimento in nome di ciò che ‘piace alla gente’”.

Non risparmia le stoccate al fu governo “gialloverde” AduAmbiente Diritti Uguaglianza – commentando la formazione del nuovo esecutivo nazionale guidato ancora da Giuseppe Conte, che giusto ieri ha prestato giuramento.

Ma il “focus” di Adu è tutto sulla Lega: “Ne è seguita – prosegue il comunicato – la chiamata a nuove elezioni, dopo poco più di un anno di governo, brandendo oggetti sacri in uno Stato laico, insieme all’arrogante sfida che richiamava a ipotetici ‘doveri’ le istituzioni nel pieno di agosto, lanciata da chi aveva lavorato poco e male per il Paese ma molto bene per la propria personale carriera elettorale. In ultimo ecco l’inutile ripensamento astioso e balbettante”.

Poi, spiega ancora il movimento che in Consiglio Valle esprime la consigliera Pulz, si sono susseguite settimane “caotiche e ugualmente folli” nelle quali si è assistito ad una “comunicazione personalistica, razzista e parafascista nei modi e nei contenuti”.

Conte bis, il “ritorno alla normalità”

Il dissolversi dell’alchimia 5 stelle/Lega ha un sapore “dolce” per Adu, che nella sua nota aggiunge: “Il secondo governo Conte, appena insediatosi, sembra avere caratteristiche piùnormali’ del precedente, persino la strisciante offensiva del Movimento 5stelle contro i meccanismi della democrazia rappresentativa sembra tornata sotto il controllo, mai troppo stretto, delle regole istituzionali”.

“Oggi, con un certo sollievo, non ci resta, come cittadini e come movimento politico – chiude Adu –, che esercitare il controllo e la critica nei confronti delle future politiche della nuova compagine governativa, coscienti di esserci lasciati alle spalle, forse solo momentaneamente, una brutta stagione in cui i più deboli sono stati aggrediti, i diritti di tutti sono stati calpestati e offesi, le donne sono state minacciate nelle loro più importanti conquiste e il Paese tutto ha subito la riproposizione di parole, modi, gesti e proclami che pensavamo relegati in un ventennio tristemente noto”.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo