I sindaci bocciano il bilancio regionale e chiedono il 20% in più di risorse

I sindaci chiedono, sui trasferimenti di finanza locale senza vincolo settoriale di destinazione, il 20% di risorse in più.
Assemblea CPEL - Immagine d'archivio
Politica

I sindaci bocciato il bilancio 2019 della Regione e tornano a chiedere più risorse per gli enti locali. Nel pomeriggio di oggi l’Assemblea del Cpel, dopo aver ascoltato il Presidente della Regione, Antonio Fosson, e l’Assessore regionale alle Finanze Renzo Testolin, hanno all’unanimità espresso un voto contrario.

Per il 2019 la Giunta Spelgatti aveva confermato le risorse di finanza locale dello scorso anno, ovvero 183.687.926 euro.

“Tale cifra – ha  spiegato Speranza Girod  – è già stata da noi definita, in più occasioni, insufficiente a garantire la sostenibilità dell’azione politica e amministrativa degli enti locali. Chiediamo, sui trasferimenti di finanza locale senza vincolo settoriale di destinazione, il 20% di risorse in più. Non avere abbastanza fondi per investimenti determina uno stato di emergenza che compromette la chiusura dei bilanci e mortifica il ruolo e l’impegno di Sindaci e Amministratori”.

Per il Presidente del Cpel, Franco Manes, “maggiori risorse assegnate ai Comuni significa maggiori interventi sul territorio. L’Assemblea oggi ha evidenziato che un corretto progetto di bilancio deve necessariamente porre, al centro della strategia politica e dell’azione programmatoria, il territorio e le sue articolazioni più prossime ai cittadini. Il tema di una piena espressione dell’Autonomia, quale ideale politico, istituzionale e amministrativo condiviso, in maniera unanime, non può quindi prescindere dalla certezza e dall’adeguatezza delle risorse economiche assegnate”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica