Il Sindaco di Quart Jean Barocco dice No al Bim

La decisione è stata comunicata ieri, venerdì 11 giugno, nel corso del primo Consiglio comunale che ha visto tra l’altro la nomina della nuova Giunta.
La nuova Giunta di Quart
Politica

Jean Barocco ha deciso di concentrare tutte le sue risorse su Quart, lasciando quindi ad altri la poltrona del Bacino imbrifero montano (Bim). La decisione è stata comunicata ieri, venerdì 11 giugno, nel corso del primo Consiglio comunale che ha visto tra l’altro la nomina della nuova Giunta. Barocco tiene per sé le deleghe all’Agricoltura, Politiche giovanili e Coordinamento mentre al Vicesindaco Eugenio Acheron vanno l’Urbanistica e pianificazione territoriale e l’Edilizia Pubblica. Gli altri assessori sono: Paolo Fiori (Trasporti, Comunicazioni, Istruzione, Formazione, Energia, Innovazione tecnologica), Silvano Hérin (Viabilità, Illuminazione pubblica, Difesa del suolo, Acquedotto, Fognature), Egidio Courthoud (Ambiente, Manutenzione stabili, Sgombero neve, Attività estrattive, Caccia e pesca), Bruno Pallua (Commercio, Protezione Civile, Turismo sport e tempo libero, Attività culturali, Toponomastica, Infrastrutture ricreativo-sportive, Servizi cimiteriali) e Roberto Greco (Sociale, Igiene e Sanità, Finanze).

Altro passaggio della prima seduta dell’Assemblea di Quart, la modifica allo statuto comunale che istituisce tre consulte permanenti su Ambiente e Energia, Agricoltura e Territorio e Famiglia e Politiche Sociali. “Si tratta di intervento – si legge in una nota –  che permetterà il coinvolgimento attivo della popolazione su queste tematiche, con gruppi di lavoro costituiti fino ad un massimo di dieci persone per ogni consulta, con l'espressione garantita della minoranza. Tra 30 giorni, ricevute le disponibilità, verranno definiti i componenti.”

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica