Insulti alla consigliera Nasso, la Presidente Rini richiama i colleghi

Solidarietà alla consigliera Manuela Nasso è arrivata da buona parte dell'aula. Rini: "E' successo anche a me qualche giorno fa e ho sporto denuncia".
Emily Rini, Presidente del Consiglio
Politica

Un post su Facebook per annunciare il suo voto a favore dell’autorizzazione a procedere contro il ministro Matteo Salvini sulla vicenda della nave Diciotti. E l’annuncio, rilanciato dal consigliere della Lega Andrea Manfrin sulla sua pagina, si riempie di insulti nei confronti di Manuela Nasso del M5S. 

Alla consigliera regionale è arrivata oggi la solidarietà dei colleghi.

Ieri è stata scritta una brutta e triste pagina” ha esordito in aula la Presidente dell’Assemblea Emily Rini. “L’onorabilità e la credibilità delle istituzioni che rappresentiamo vanno rispettate e promosse con comportamenti e atteggiamenti consoni. Non mi stancherò mai di dirlo.” La Presidente ha richiamato, quindi, “chi utilizza i social anche a fini politici e elettoralistici, facendo sfociare le discussioni sul web nella baruffa se non nell’insulto gratuito. Tutto questo va a discapito dei contenuti e della legittima pluralità di vedute sui temi in discussione”. 

“Si è amministratori pubblici – ha scandito ancora Rini –  sia dentro che fuori quest’aula”. Esprimendo solidarietà alla collega “vittima di gravissimi e inauditi insulti sui social” la Presidente ha spiegato di esser stata anche lei oggetto di attacchi nei giorni scorsi “che toccavano unicamente la mia sfera personale” e di aver quindi sporto denuncia.

Quando decidiamo di candidarci assumiamo oneri e onori, ma fra questi non c’è però sicuramente il dover accettare degli insulti gravissimi” ha detto ancora Rini. “Si sta degenerando, soprattutto sui social. Quello che va più male è che troppo spesso vittime di questi insulti sono le donne”. 

Ringraziando i colleghi, la consigliera Manuela Nasso ha annunciato di voler sporgere denuncia “per dare un segnale”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte