Comuni, irregolarità nelle valutazioni dei segretari e nei portali della trasparenza

Una segretaria comunale sarà inoltre oggetto di provvedimenti disciplinari. Il presidente dell'Agenzia regionale dei segretari Jean Barocco ha ammonito al Celva i colleghi sindaci: "Serve più attenzione".
L'assemblea dei sindaci del Celva
Politica

Imprecisioni o anomalie, a seconda dei casi, sono stati rinvenuti in alcune relazioni inviate dai Comuni riguardo alle performance dei loro segretari comunali. I documenti non soddisfacenti sono sette: non erano chiari gli obiettivi da raggiungere. In altri casi si sono invece verificate carenze sui portali della trasparenza, mentre una situazione tra quelle analizzate potrebbe farsi ben più grave.

Una segretaria comunale avrebbe infatti ricevuto valutazioni negative da parte dei due sindaci dei Comuni in cui è in disponibilità, a causa di inadempienze nell'ambito di attività fondamentali al suo ruolo e sarà oggetto di provvedimenti disciplinari.

Ieri, all'Assemblea dei sindaci del Celva, il sindaco di Quart Jean Barocco, che dal febbraio di quest'anno svolge il ruolo di presidente dell'Agenzia regionale dei segretari degli Enti locali, ha parlato della necessità di una maggiore accuratezza nel redigere i documenti di valutazione.

Ad analizzare e in alcuni casi contestare le valutazioni ricevute, con tanto di invio per conoscenza alla Corte dei conti, è stata la Commissione indipendente delle valutazioni delle performance dei segretari comunali. L'organismo indipendente di valutazione è guidato dal docente dell'università Cattolica di Milano Roberto Confalonieri, assieme alla docente Anna Maria Merlo e al funzionario statale Maurizio Potente.

Barocco ha ripreso i colleghi sindaci invitando a "non fare i furbi su certi aspetti: sul portale della trasparenza ci sono documenti importanti come i bandi di gara e l'Anticorruzione vigila, coordinando questi organismi di controllo". "Erano arrivati già solleciti da Augusto Rollandin in qualità di prefetto a non prendere la questione sottogamba", ha continuato Barocco.

Alla richiesta di più attenzione si è unito il presidente del Celva Franco Manes, che si è lamentato della scarsa presenza dei sindaci durante la riunione informativa tenuta dalla Commissione indipendente. La riunione verteva proprio su come scrivere le relazioni sulla performance e come aggiornare in maniera adeguata i portali della trasparenza.

"Dopo un periodo in cui c'è stata una certa elasticità, per dare il tempo di adattarsi alle nuove regole, ora è giusto che si faccia più attenzione a non fare errori", sostiene Barocco. Secondo il sindaco di Quart le irregolarità nelle relazioni saranno "parzialmente appianate". Discorso diverso varrebbe invece per il caso della segretaria inadempiente, per il quale la situazione sembra meno rimediabile.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica