L’opposizione ad Aosta “sconcertata” per il non voto sulla Casa di riposo “JB Festaz”

Dopo il “non voto” della maggioranza sulla mozione dell’opposizione, condivisa nei temi nel dibattito, i gruppi di minoranza in una nota congiunta si dicono sconcertati e parlano di attenzione “più rivolta a equilibri di potere che ai lavoratori”.
Il banco della giunta al Consiglio comunale
Politica

Per la prima volta, in una nota congiunta, i gruppi consiliari di opposizione in Comune ad Aosta (Alpe, Pd-Psi, Sinistra per la città) prendono posizione tutti insieme sulla recente mozione discussa in Consiglio comunale sul tema “Gb Festaz”. “Prendiamo atto con sconcerto – si legge nella nota – della non volontà della Giunta di votare favorevolmente la mozione su “GB Festaz” che, pur essendo in perfetta sintonia con le parole pronunciate dall’Assessore competente durante il dibattito, esprimeva semplicemente una preoccupazione sul futuro del personale impiegato nel “GB Festaz” e sulle tutele dell’utenza. La mozione voleva anche nel contempo ribadire il ruolo politico del Comune di Aosta che avendo nel CDA del GB Festaz due rappresentanti può giocare un suo ruolo importante”.

Il dibattito aveva visto di fatto concetrare le attenzioni dell’assemblea sul documento che evidenziava le preoccupazioni del personale della Casa di riposo rispetto ad un’eventuale esternalizzazione dei servizi di RSA e del nucleo Alhzeimer ad una cooperativa. A rassicurare era stato lo stesso assessore Marco Sorbara che aveva evidenziato come   “qualora si scegliesse di inserire altri soggetti esterni nella gestione di alcuni servizi offerti dal Festaz, non permetteremmo di far prevalere logiche di profitto a scapito del servizio“.

LA questione era stata anche oggetto di un incontro con i sindacati e il CdA della struttura. Tuttavia pur condividendo, nel dibattito, le preoccupazioni espresse nella mozione, la stessa non è stata approvata. “L’incomprensibile chiusura del Sindaco e della Giunta – scrivono ancora i gruppi consiliari comunali di minoranza –  oltre ad essere in netta contraddizione con il tenore del dibattito (durante il quale i rappresentanti di maggioranza e di giunta non hanno manifestato posizioni in contrasto con il contenuto della mozione, ma anzi hanno condiviso le nostre preoccupazioni) esprime un’attenzione più rivolta a equilibri di potere che ai problemi reali e concreti dei lavoratori”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica