Manovra finanziaria: la Regione avvia il ricorso alla Corte Costituzionale

Il ricorso riguarda in particolare le misure di contenimento della spesa pubblica "che comprimono l'autonomia finanziaria, legislativa e organizzativa della Regione"
Il Palazzo della Corte Costituzionale
Politica

La Giunta regionale ha deciso di impugnare davanti alla Corte costituzionale la manovra finanziaria approvata con il decreto legge 78/2010 e convertito dalla legge 122/2010. Il ricorso riguarda in particolare le misure di contenimento della spesa pubblica che come si legge in una nota della Regione “paiono non configurarsi quali disposizioni di principio ai fini del coordinamento della finanza pubblica ma come norme di estremo dettaglio e quindi sostanzialmente auto-applicative, che non lasciano alcun spazio di adeguamento e che comprimono l’autonomia finanziaria, legislativa e organizzativa della Regione, dei suoi enti strumentali e degli enti locali”.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica