Maria Grazia Vacchina non avrà il vitalizio dei consiglieri regionali

Al ricorso presentato dall’ex difensore civico la sezione giurisdizionale della Corte dei Conti della Valle d’Aosta ha detto “no”.
Politica

La richiesta era di poter percepire l'assegno vitalizio che spetta ai consiglieri regionali. Ma al ricorso presentato dall'ex difensore civico Maria Grazia Vacchina la sezione giurisdizionale della Corte dei Conti della Valle d'Aosta ha detto "no".

E' quanto ha comunicato il vice presidente del Consiglio regionale André Lanièce in apertura dei lavori del Consiglio Valle, oggi mercoledì 16 dicembre. La sentenza stesa dal giudice Gerardo De Marco verrà depositata entro 60 giorni.

Il 25 agosto scorso Maria Grazia Vacchina aveva avanzato l'istanza presso la Corte dei conti sostenendo che spetta al difensore civico non solo l'indennità di carica che è equiparata a quella dei consiglieri regionali, ma anche la ‘pensione'.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte