Nicco chiede alla Camera la proroga delle agevolazioni contributive in agricoltura

Durante la discussione di ieri, mercoledì 17 dicembre, sul rilancio del settore agroalimentare il gruppo delle minoranze linguistiche ha chiesto la proroga per i territori montani e nelle zone agricole svantaggiate.
Roberto Nicco
Politica

Il Parlamento discute gli interventi per il rilancio del settore agroalimentare e il gruppo delle minoranze linguistiche, durante il dibattito di ieri 17 dicembre, ha presentato un emendamento per chiedere la proroga per tutto il 2009 delle agevolazioni previdenziali nei territori montani e nelle zone agricole svantaggiate.

“Nella mia sola piccola Regione, la Valle d’Aosta, l’aggravio sugli agricoltori – ha dichiarato in aula il deputato valdostano, Roberto Nicco – sarebbe, secondo un’analisi della Coldiretti, di un milione di euro. Ed il problema è non meno rilevante per gli operai agricoli. Ora il contributo a carico del datore di lavoro è di 8/9 euro per giornata. Diventerebbe di 26/27.”

Nicco ha ricordato che risorse tagliate in altri settori sono poi state prontamente recuperate: “Confidiamo – ha concluso Nicco rivolgendosi al Ministro Zaia – che le aree montane svantaggiate non abbiano un trattamento diverso. L’attesa degli operatori del settore è forte e motivata. Diamo loro un segnale concreto di attenzione e fiducia e diamolo unitariamente”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica