Ospedale, stop alle attività di Coup

Ad annunciarlo è stato questa mattina in Consiglio regionale l'Assessore regionale alla Sanità, Antonio Fosson rispondendo ad una interpellanza di Stefano Ferrero.
Politica

Le attività della Coup srl, la società partecipata, nata per portare avanti il progetto di ampliamento dell’ospedale regionale, saranno sospese dal prossimo mese di luglio. Ad annunciarlo è stato questa mattina in Consiglio regionale l’Assessore regionale alla Sanità, Antonio Fosson rispondendo ad una interpellanza di Stefano Ferrero. "Il governo, alla luce della ridotta attività, iha dato mandato a Finaosta di sospendere le attività di Coup, possibilmente già dal prossimo mese di luglio, garantendo solo le pratiche di conclusione e risoluzione dei contratti in essere". 

Secondo i dati forniti da Fosson dal 2010, data di costituzione della società, le spese di funzionamento sono state di 2 milioni e 776mila euro. L’immobile, sede della società, è costato invece 407mila euro. Nel 2014 i costi di funzionamento si sono ridotti di circa il 15% arrivando a 545mila euro, di questi 85mila euro, sono andati all’Amministratore unico della società, Paolo Giunti, in scadenza a fine anno. 

"Ad oggi è stata ultimata la prima fase dei lavori di indagine archeologica" ha spiegato Fosson "Per ulteriori fasi di approfondimento siamo in attesa delle decisioni della Sovrintendenza che deve indicare i tempi e bisognerà poi capire se i reperti possono essere spostati oppure se l’area interessata dai ritrovamenti può essere delimitata."

Secca la replica di Ferrero: "Spero che nella dicitura sospendere sia inclusa la sospensione dei lauti stipendi dei dirigenti".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica