Potenziamento organico nella scuola superiore, battibecco a distanza tra Rini e Certan

A far discutere è la delibera presentata ieri in V Commissione in merito all'incremento della dotazione organica della scuola secondaria di secondo grado, che consentirà di assumere 36 insegnanti.
Politica

“Il potenziamento organico nella scuola superiore? Si concretizzano le nostre decisioni”. La delibera presentata ieri in V Commissione in merito all'incremento della dotazione organica della scuola secondaria di secondo grado, che consentirà di assumere 36 insegnanti appartenenti alle GAE (graduatorie aggiuntive ad esaurimento) per il potenziamento dell'offerta formativa, come previsto dalla legge regionale del 2016 di adattamento della "Buona Scuola" al sistema valdostano, ha acceso la polemica tra l’ex e l’attuale assessore all’Istruzione e Cultura, rispettivamente Emily Rini e Chantal Certan.

“È con soddisfazione che prendiamo atto del contenuto di una delibera che dà attuazione a quanto deciso dalla precedente maggioranza”, ha commentato Rini. “Ribadiamo la validità della scelta effettuata dalla precedente maggioranza di non applicare alla Valle d'Aosta la legge nazionale sulla "Buona Scuola" e di averla adeguata al nostro ordinamento peculiare – aggiunge la Consigliera Rini -, evitando così l'applicazione degli ambiti territoriali, previsione che avrebbe completamente sconvolto il sistema scolastico valdostano”.

Rini esprime invece “delusione in merito al ricollocamento degli insegnanti di tecnologia, in merito ai quali il Consiglio regionale aveva approvato un ordine del giorno all'unanimità: il precedente Governo regionale stava mettendo in campo una soluzione, mentre l'attuale Assessore continua a parlare di ipotesi, ma non di certezze. L'anno scolastico 2017-2018 inizia tra poco”.

La replica dell'Assessore Certan
Non si è fatta attendere la replica dell’Assessore Certan alla “rivendicazione” della collega Rini. “In Valle d'Aosta – scrive Certan su Facebook – lo scorso anno, con la legge 18/2016, la scelta politica dell'allora assessore fu di prevedere l'organico di potenziamento solo per la scuola superiore mentre decise di non potenziare la scuola media. Per quest’anno scolastico non ho avuto i tempi tecnici per cambiare la legge Rini e prevedere l'organico di potenziamento anche per la scuola media, ma ci siamo presi l'impegno di farlo per il prossimo anno”.

“Abbiamo ritenuto invece di fare una scelta diversa da quanto svolto a livello nazionale per i 36 insegnanti che entreranno in ruolo a settembre – aggiunge Certan – essi avranno sede definitiva subito (e non provvisoria per un anno, ndr) e diventano di ruolo, titolari effettivi sulla scuola mentre a livello nazionale rimangono a disposizione sull'organico di potenziamento, senza necessariamente sede definitiva”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica