Regione, da febbraio parte il percorso di migrazione alla piattaforma LibreOffice

Lo studio, commissionato ad Inva che ha evidenziato la fattibilità della migrazione dei prodotti Microsoft Office verso la piattaforma LibreOffice, verrà approvato entro gennaio dalla Giunta regionale.
Politica

Sarà avviata nel mese di febbraio la migrazione degli attuali sistemi informatici dell’Amministrazione regionale verso i sistemi Open Source. A comunicarlo è stato in Consiglio regionale il Presidente della Regione, Rollandin rispondendo ad una interpellanza del consigliere di Alpe, Alberto Bertin. 

Lo studio, commissionato ad Inva che ha evidenziato la fattibilità della migrazione dei prodotti Microsoft Office verso la piattaforma LibreOffice, verrà approvato entro gennaio dalla Giunta regionale.

Il progetto dovrebbe essere realizzato nell’arco di 36 mesi e prevede una fase di analisi, installazione, comunicazione, formazione, migrazione degli applicativi non compatibili, migrazione del patrimonio documentale, supporto agli utenti. 

Lo studio prevede inoltre il coinvolgimento anche degli enti locali, delle istituzioni scolastiche e di altri enti territoriali eventualmente interessati, "al fine di condividere le metodologie e gli approcci realizzativi – ha precisato Rollandin  – anche per garantire l’interoperabilità dei documenti nell’insieme del sistema pubblico regionale". Ad oggi la Regione spende per le licenze MIcrosoft un milione di euro circa con la migrazione alla piattaforma LibreOffice è previsto un risparmio di oltre il 50%.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica