La Regione coinvolta negli ultimi 5 anni in 362 contenziosi

Le spese di soccombenza ammontano a oltre 1 milione di euro. I contenziosi maggiori sono quelli in materia di lavoro, 165, per 915.000 euro di spese di soccombenza
Palazzo regionale
Politica

Negli ultimi cinque anni, in materia amministrativa, la Regione è stata parte in 102 contenziosi e le spese di soccombenza sono state complessivamente di 31.600 euro; in materia civile e in materia di lavoro, i contenziosi sono stati rispettivamente 95 e 165, con un totale di spese di soccombenza di 158.000 e di 915.000 euro di spese di soccombenza. La panoramica sui contenziosi della Regione è stata fatta ieri in Consiglio regionale dal Presidente Erik Lavevaz, rispondendo ad un’iniziativa di Paolo Sammaritani della Lega Vda.

“Vi sono dei contenziosi che hanno assunto la caratteristica di serialità – ha detto il Presidente Lavevaz -, in particolare quelli in materia di lavoro, relativi al riconoscimento dell’indennità chilometrica agli operai forestali per l’utilizzo del mezzo proprio e quelli relativi al riconoscimento dell’anzianità dei docenti assunti a tempo determinato (c.d. scatti) o per risarcimento del danno da reiterazione di contratti a termine. Per quanto riguarda le altre cause, i contenziosi originano da pretese che le controparti ovviamente ritengono fondate e che, pertanto, prescindono dalla preparazione dei dirigenti e dalla correttezza del loro operato”.

Secondo il consigliere della Lega VdA Paolo Sammaritani: “In un’ottica di prevenzione sarebbe importante attivare un attento monitoraggio: l’Ufficio legale potrebbe farsi promotore di una cultura della prevenzione, proprio per evitare lo spreco di risorse umane ed economiche. Un’amministrazione efficiente si valuta anche in questi termini ed è cosa buona e giusta limitare questi sprechi.”

Una risposta

  1. Mediamente un contenzioso ogni 5 giorni. Affermare che “prescindono dalla preparazione dei dirigenti e dalla correttezza del loro operato” è fuorviante. Gli argomenti non richedono particolare preparazione giuridica. Indennità chilometrica uso mezzo proprio, scatti d’anzianità, reiterazione contratti a termine. Più che ordinaria amministrazione. Più che altro appare pressapochismo e incompetenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte