Seggio al Parlamento europeo: ‘La soluzione è difficile, ma non impossibile’

Ieri, martedì 28 ottobre, una delegazione di consiglieri regionali ha incontrato la commissione "Affari costituzionali" della Camera. L'obiettivo è di portare da 50mila a 25 mila i voti per ottenere un seggio.
Montecitorio
Politica
 “In questa fase, posso dire che le nostre aspettative, visto il quadro
politico generale, non sono di facile risoluzione ma non impossibili." Sono
le parole del presidente della commissione consiliare "Istituzioni e
autonomia", Alberto Zucchi, che ha incontrato ieri, martedì 28 ottobre, a
Montecitorio, la commissione "Affari costituzionali" della Camera,
presieduta dall'on. Donato Bruno del Popolo della Libertà. Obiettivo:
ridurre il numero di voti necessari per ottenere un seggio al Parlamento
europeo.
 
La materia – ha dichiarato al termine dell’incontro Alberto Zucchi si
inserisce in un quadro politico abbastanza complesso per le note divergenze
a livello nazionale tra maggioranza e opposizione, che comportano, a detta
dello stesso Presidente Bruno, anche il pericolo che non si possa varare una
nuova legge elettorale europea. Ciò premesso, la nostra richiesta, che è di
natura particolare rispetto al quadro nazionale, è stata percepita da tutti
i parlamentari della prima Commissione con disponibilità e positività".
 
"Si tratta di un'opportunità importante per la Valle d'Aosta – ha aggiunto
Luciano Caveri, correlatore della proposta di legge statale in materia di
elezioni europee – a condizione che si possa giungere ad una riduzione del
numero dei voti a 25.000, unico modo, in questo momento, per garantire una
rappresentanza valdostana al Parlamento europeo".
 
Facevano parte della rappresentanza valdostana oltre al Presidente Zucchi, i
relatori della proposta di legge statale in materia di elezioni europee,
Luciano Caveri e Roberto Louvin, i capi gruppo dell'Union Valdôtaine, Diego
Empereur, del Popolo della Libertà, Massimo Lattanzi, e del Partito
Democratico, Carmela Fontana, il vicecapogruppo della Stella Alpina, Dario
Comé, e i parlamentari della Valle d'Aosta, Antonio Fosson e Roberto Nicco.
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte