Segreteria Pd contro Sentinelle in Piedi, “conservatorismo più miope”

La Segreteria del Pd ricorda come il Ddl Scalfarotto, contestato dalle Sentinelle in Piedi, "non è affatto generico sulla definizione di omofobia".
Politica

Segreteria del Pd contro le Sentinelle in piedi che il prossimo 10 luglio scenderanno in piazza per una veglia. "La Segreteria del PD-VdA – si legge in una nota –  riconosce con convinzione a chicchessia il pieno  diritto a manifestare in piazza come meglio aggrada, silenziosamente o in  modo gioiosamente rumoroso, in piedi o seduti o anche leggendo un libro, anche se l’intento dei manifestanti è quello di relegare il Paese dietro la trincea del conservatorismo più miope".

In particolare la Segreteria del Pd ricorda come il Ddl Scalfarotto, contestato dalle Sentinelle in Piedi,  "non è affatto generico sulla definizione di omofobia, anzi  imposta il concetto di discriminazione dovuta all’orientamento sessuale su  forti basi giuridiche (per esempio estendendo e integrando la legge  Mancino-Reale sulle discriminazioni etniche, razziali e religiose)." Inoltre "non mira a colpire chiunque esprima opinioni  diverse, ma colpisce solo quelle opinioni che, espresse in certi contesti o con  determinati toni e linguaggi o sostenute da chi gode di una certa posizione  sociale, ledono socialmente gli affetti, la sensibilità e l’onorabilità di altri  esseri umani in ragione del loro orientamento sessuale e talvolta possono  condurre (anche al di là della volontà di chi le esprime) ad atti di violenza. "

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica