Siglato l’acccordo per lo sviluppo sostenibile della rete elettrica

Nel pomeriggio di oggi, venerdì 10 luglio, il presidente della Regione, Augusto Rollandin, ed il presidente di Terna, Luigi Roth, hanno firmato il protocollo d’intesa per lo sviluppo sostenibile della rete elettrica.
Da sin. Luigi Roth e Augusto Rollandin
Politica
Con un investimento di oltre 100 milioni di euro, Terna, la società responsabile dello sviluppo della rete elettrica di trasmissione nazionale, ha programmato per i prossimi anni in Valle d’Aosta interventi per dismettere più di 50 chilometri delle linee elettriche esistenti e per rendere il sistema elettrico della regione più sicuro ed efficiente.
Il presidente della Valle d’Aosta, Augusto Rollandin, e Luigi Roth, presidente di Terna, hanno firmato oggi il protocollo di intesa per l’applicazione della procedura Vas, valutazione ambientale strategica, alla pianificazione degli interventi di sviluppo programmati dal Gestore della rete in Valle.
L’intervento – ha spiegato Rollandin – è finalizzato a razionalizzare quelle che sono le presenze delle linee dell’alta tensione, tenendo nella dovuta considerazione il problema ambientale e riducendo così l’impatto globale degli apparati elettrici esistenti che verranno ridotti, con un notevole miglioramento del paesaggio. Nello stesso tempo crediamo che l’opera potrà coinvolgere le imprese locali e rappresentare quindi, in un periodo di crisi, un’importante azione per il livello occupazionale della regione”.
Secondo i dati forniti da Terna, la Valle d’Aosta è una regione “virtuosa”, ovvero produce più energia di quanta ne consumi: il surplus calcolato è del 140%, dato che pone la nostra regione al secondo posto a livello nazionale di questa speciale classifica.
Gli obiettivi che si vogliono perseguire sono il potenziamento della rete elettrica, migliorando sicurezza, qualità e continuità del servizio elettrico a imprese e famiglie, e la riduzione dell’impatto ambientale delle infrastrutture, razionalizzando la rete ad alta tensione.
La firma del Protocollo Vas con la Regione Autonoma Valle d’Aosta rappresenta una nuova, importante tappa di una strategia che ha già dato i suoi frutti – ha commentato Roth – In Valle d’Aosta abbiamo in programma importanti investimenti con l’obiettivo di aumentare sicurezza, efficienza e affidabilità del servizio elettrico nella regione, nel pieno rispetto dell’ambiente e del territorio. Per questo siamo molto soddisfatti di poter avviare con la Regione Valle d’Aosta un percorso di concertazione per uno sviluppo sostenibile delle infrastrutture elettriche centrato sulla Valutazione ambientale strategica”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte