Sostegno all’economia e asili nido: l’opposizione accusa la Giunta di aver tradito gli impegni

L'accusa arriva da Uvp, Alpe e M5S in relazione alla proposta di delibera, passata ieri in II Commissione, con il voto contrario dei tre gruppi, che attribuisce agli Assessorati regionali le risorse del fondo di gestione speciale presso Finaosta.
L'asilo nido di Courmayeur
Politica

"La Giunta non ha rispettato gli impegni assunti in Consiglio regionale con l’approvazione, all’unanimità, di due ordini del giorno durante la discussione sul bilancio regionale a dicembre 2014". L’accusa arriva da Uvp, Alpe e M5S in relazione alla proposta di delibera, passata ieri in II Commissione consiliare, con il voto contrario dei tre gruppi, che attribuisce agli Assessorati regionali le risorse del fondo di gestione speciale presso Finaosta per attivare investimenti di piccola o media entità a sostegno dell’economia locale e per sostenere l’inserimento agli asili nido e nelle garderies d’enfance.

Il primo ordine del giorno impegnava la Giunta a reperire le risorse per attuare un piano straordinario di investimenti di ampio respiro per gli anni 2015 e 2016, al fine di finanziare investimenti regionali di piccola e media entità, da effettuare in economia, mediante cottimo fiduciario e tenendo conto del principio della rotazione degli incarichi. Il secondo impegnava il Governo a reperire le risorse necessarie per aumentare adeguatamente il finanziamento degli asili nido in modo da rendere più agevole e meno urgente il passaggio verso la nuova organizzazione del settore.

In entrambi i casi le risorse, 3,6 milioni di euro, per attuare questi due impegni arrivano dal Fondo straordinario regionale per il sostegno all’inclusione sociale dei soggetti meno abbienti da 9 milioni di euro, approvato con la Finanziaria regionale. "Fondo che avevamo visto con favore – ricordano Uvp, M5S e Alpe –  perché negli intenti avrebbe dovuto alimentare il bonus energia, il bonus riscaldamento e la futura legge sul "reddito di cittadinanza". Risorse che, secondo l’opposizione, "andavano cercate altrove". 

"Dispiace, inoltre – conclude la nota –  che il finanziamento per gli asili nido e le garderies sia stato inserito in questa proposta di delibera: pur essendo consapevoli che il finanziamento degli stessi sia una necessità, sarebbe stato utile avere il tempo necessario di valutare la riorganizzazione e la razionalizzazione del settore".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica