Contenuto Pubblicitario

All’Institut Agricole Régional la Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori della Valle d’Aosta

L’appuntamento annuale in Valle d'Aosta è per venerdì 30 settembre, dalle 15 alle 23, alla Ferme de Montfleury, in via Piccolo San Bernardo, ad Aosta. Qui verranno proposte visite guidate, attività didattiche e laboratori gratuiti, ma non solo.
Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori
Pubbliredazionali

La Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori è un laboratorio aperto di inclusione e partecipazione pubblica in cinque diversi paesi europei, con l’obiettivo di coinvolgere i cittadini nelle sfide sociali più rilevanti, secondo prospettive di innovazione come lo sviluppo dei principi dell’economia circolare, la valorizzazione delle energie rinnovabili e la promozione del patrimonio culturale.

L’appuntamento annuale in Valle d’Aosta è in programma venerdì 30 settembre, dalle 15 alle 23, alla Ferme de Montfleury, in via Piccolo San Bernardo, 39, ad Aosta. 

L’evento valdostano sarà inserito nel programma della Notte europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori U*Night, progetto europeo che coinvolge i partner dell’Alleanza UNITA – Universitas Montium, con l’Università di Torino, l’Università da Beira Interior in Portogallo, l’Università di Pau e dei Paesi dell’Adour, l’Università Savoie – Mont Blanc in Francia e l’Università di Vest Din Timisoara, Romania.

Per l’occasione, il team di ricercatori del progetto TYPICALP, finanziato dal Programma di Cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera 2014-2020, di cui l’Institut Agricole Régional è capofila italiano, insieme con il comparto della Sperimentazione IAR, articolato in sette Unità Semplici: Agronomia, Economia, Frutticoltura Viticoltura-Enologia, Laboratori di Analisi e Valorizzazione dei prodotti di origine animale e Zootecnia, si farà promotore delle attività di ricerca del territorio valdostano organizzando, presso la Cascina di Montfleury, l’evento ufficiale della città di Aosta.

Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori

Da non perdere gli eventi dedicati ai sapori della tradizione valdostana grazie a showcooking, aperitivi e assaggi gourmet e degustazioni guidate dei prodotti agroalimentari del territorio.

Non mancherà uno spazio dedicato agli incontri B2B tra startup, corporate ed enti di ricerca, in un’area appositamente dedicata.

Ambiente, natura, cibo, tecnologia, astronomia e tanti altri argomenti saranno presenti grazie ai contributi scientifici e non solo, degli enti di ricerca, le associazioni e le imprese che promuoveranno le proprie attività di ricerca e innovazione; tra questi, l’Osservatorio Astronomico della Valle d’Aosta, le start up della Pépinières d’Entreprises di Aosta, il Centro di ricerca CMP3VdA con il Progetto 5000Genomi, il Museo regionale di Scienze naturali Efisio Noussan, la Fondazione Montagna Sicura, l’Arpa VdA, Espace Elab, Links Foundation, Fondazione Slow Food Aosta.

L’obiettivo è quello di creare occasioni di incontro tra ricercatori, giovani studenti, micro, piccole e medie imprese e grande pubblico al fine di diffondere la cultura scientifica, la conoscenza delle professioni della ricerca e l’innovazione a supporto dell’impresa in un contesto stimolante, attraverso eventi di condivisione che possano sensibilizzare sull’importanza della ricerca scientifica per il miglioramento della società.

L’accesso all’evento è libero e gratuito ad eccezione di alcuni appuntamenti nei quali sarà richiesta la prenotazione online.

Sul sito dell’Institut Agricole Régional e sui canali social del Progetto Interreg Typicalp, sono disponibili ulteriori informazioni sull’evento e tutti gli aggiornamenti di programma.

Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori
Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori

Per informazioni

Institut Agricole Régional

Tel: 0165 215811
Mail: iar@iaraosta.it

Visita il sito internet

2 risposte

  1. Buongiorno Susa,
    l’Università della Valle d’Aosta sarà presente all’evento per presentare due progetti di ricerca: “FAR 3 – Formazione alla Ricerca 3”, ASAVDA-Archivio Storico Antroponimico della Valle d’Aosta. Ci sarà anche un’intervento sull’Ecopsicologia e la riscoperta del dialogo con la Natura. Inseriremo altri dettagli nei prossimi giorni.

  2. Brilla l’assenza dell’Univda, bizzarra Università con uno spazio striminzito per la ricerca. ..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Pubbliredazionali

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte