Contenuto Pubblicitario

Come ottenere risarcimento per un volo cancellato: guida pratica

Da vent’anni un regolamento europeo che determina le condizioni per il quale il passeggero ha, o meno, diritto alla compensazione pecuniaria che oscilla da 250 a 600 euro.
rimborso volo cancellato ()
Pubbliredazionali

I viaggi aerei sono diventati una parte essenziale della vita moderna, ma i passeggeri spesso si trovano a dover affrontare il fastidio di un volo cancellato. Fortunatamente, in molte circostanze, i passeggeri hanno diritto a un risarcimento, o meglio compensazione pecuniaria, per il disagio subito. Vi è infatti da vent’anni un regolamento europeo che determina le condizioni per il quale il passeggero ha, o meno, diritto alla compensazione pecuniaria che oscilla da 250 a 600 euro. L’importo è determinato sulla scorta della lunghezza chilometrica del volo che è stato cancellato. Solo a titolo esemplificativo, spettano 250 euro per una cancellazione di un volo nazionale e 600 euro per un volo intercontinentale.

In questa guida, esamineremo i passaggi chiave per ottenere un risarcimento per un volo cancellato.

Conoscere i diritti dei passeggeri

Prima di tutto, è importante essere consapevoli, come nella premessa specificato, dei propri diritti come passeggeri. In base al regolamento europeo CE 261/2004, i passeggeri hanno diritto a un risarcimento in caso di volo cancellato, a meno che la cancellazione non sia dovuta a circostanze straordinarie come condizioni meteorologiche avverse o scioperi imprevisti.

Si specifica che in tal caso non spetta il risarcimento ma il rimborso.

Vi chiederete, di cosa? In realtà di nulla perché il vettore aereo dovrebbe assistere, sempre per il regolamento europeo di cui sopra, il passeggero con pernotto (se necessario), trasferte, pasti e nuova riprotezione (nuovo biglietto aereo).

Nel caso in cui il vettore non assiste il passeggero, quest’ultimo, può sostituirsi e sostenere tutti i costi tra cui:

  • Pernotto;
  • Trasferimenti da e per l’aeroporto;
  • Nuovo biglietto aereo (anche compagnia aerea diversa).

Tutto ciò fino al raggiungimento della meta prefissata.

Verificare l’idoneità al risarcimento

Assicurarsi di essere idonei per il risarcimento. Questo dipende da vari fattori, tra cui il meteo, l’aeroporto, gli slot, guasti all’aeromobile. Come già specificato è opportuno conoscere il motivo della cancellazione perché al passeggero potrebbe spettare:

  • Compensazione pecuniaria (250/400/600);
  • Rimborso spese extra sostenute (se il vettore aereo non assiste il passeggero fino alla meta prefissata).

Raccogliere prove

È essenziale raccogliere tutte le prove pertinenti relative alla cancellazione del volo. Questo può includere e-mail di notifica dalla compagnia aerea, ricevute e biglietti e qualsiasi altra comunicazione che dimostri il disagio subito.

Nel caso il cui si sostengono spese extra non dimenticate di tenere scontrini, fatture o ricevute.

Contattare la compagnia aerea

La prossima mossa è contattare direttamente la compagnia aerea con la richiesta di risarcimento. Molte compagnie aeree forniscono procedure specifiche per gestire le richieste di risarcimento online o tramite servizi clienti dedicati, quando rispondono.

Presentare una richiesta formale

Se la compagnia aerea non risponde adeguatamente alla richiesta di risarcimento, è possibile presentare una richiesta formale. Questo può comportare la compilazione di moduli specifici o l’invio di lettere ufficiali alla compagnia aerea.

Rivolgersi alle autorità competenti

Se tutte le altre opzioni falliscono, i passeggeri hanno il diritto di rivolgersi alle autorità competenti. In Europa, ad esempio, l’Agenzia Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC) può fornire assistenza e supporto ai passeggeri che cercano di ottenere un risarcimento. Va specificato che Enac riceve solo segnalazioni e non può procedere al fine di far ottenere al singolo passeggero la compensazione pecuniaria.

Rivolgersi ad associazioni o ItaliaRimborso

In aggiunta alle autorità governative, ci sono anche organizzazioni di difesa dei consumatori che possono assistere i passeggeri nel processo di richiesta di risarcimento. Queste organizzazioni possono offrire consulenza legale e supporto nel perseguire le richieste di risarcimento.

In Italia siamo fortunati. Italia Rimborso è una claim company nota che opera verticalmente a beneficio dei passeggeri al fine di fargli ottenere, qualora ci siano le condizioni, il risarcimento e/o il rimborso spese.

I servizi offerti sono gratuiti ed è possibile accedere semplicemente compilando il loro form sul loro sito web italiarimborso.it.

Ottenere un risarcimento per un volo cancellato può essere un processo complesso, ma seguendo questi passaggi chiave è possibile aumentare le probabilità di successo. È importante essere informati sui propri diritti come passeggeri e perseverare nel perseguire la richiesta di risarcimento fino a quando non si ottiene una risposta soddisfacente dalla compagnia aerea o dalle autorità competenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte