Contenuto Pubblicitario

E’ tornato in edicola Le messager valdôtain

Arricchita da nuovi contributi e approfondimenti pensati ad hoc, la 112ª edizione dell’almanacco dei valdostani ripropone l’utile calendario per le previsioni meteo, l’elenco degli anniversari e la rubrica sugli avvenimenti più importanti dei vari paesi.
Messager valdôtain
Pubbliredazionali

Immancabile e puntale come d’altronde ogni inverno da ben 112 anni, torna nelle edicole e nelle librerie dei valdostani Le messager valdôtain, l’irrinunciabile almanacco che da oltre un secolo funge da sorta di “social network ante litteram” per larga parte delle famiglie.

Il passaggio di testimone alla direzione del periodico dallo storico realizzatore Luigi Calderola al filosofo e imprenditore culturale Enrico Montrosset non pare aver scalfito la confermata qualità nonché l’inquadramento tradizionale del volume. La lunga e dettagliata narrazione dell’anno appena trascorso si compone, come consuetudine, dell’utile calendario per le previsioni meteo, della sezione dedicata agli anniversari, dello spazio pensato per la comunità Walser, degli avvenimenti più importanti dei vari paesi, questi ultimi selezionati e redatti dalla penna di Alberto Bich; confermati anche le rubriche Quelques nouvelleseLes noms des familles valdôtainesdi Joseph-Gabriel Rivolin, la ricerca circa la parrocchia di Jovençan di Joseph-César Perrin, il sesto e atteso capitolo della storia di casa Savoia di Pierluigi Thiébat e il rendiconto sull’annata 2022 degli sport popolari di Riccardo Savoye.

Ma a completare e a donare una ventata di novità a questa 112ª edizione de “Le messager valdôtain” subentrano anche nuovi e interessanti autori tra cui Paolo Cognetti, vincitore del “Premio Strega 2017” che affronta la tematica delle frontiere, Enrico Martinet, che ripercorre le vicende di cronaca di cui la regione è stata teatro, e Laure Obino, che riflette circa le ripercussioni della Pandemia sulla psiche giovanile; a ciò si sommano gli approfondimenti di Silvio Trione circa le elezioni politiche 2022, di Stella Bertarione sul compleanno del Castello Gamba e di Daniela Platania e Viviana Maria Vallet sul Castello di Aymavilles.

Il soprannominato “Almanach” è comodamente acquistabile nelle principali edicole valdostane al prezzo di 18 euro e in abbinamento con l’agenda 2023, impreziosita dalle immagini delle opere di Marco Joly, e con il calendario contenente le fotografie di Fabio Di Bello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Pubbliredazionali
Pubbliredazionali

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte