Contenuto Pubblicitario

Il Mountain’s Choir festival si chiude con il workshop di Giorgio Guiot

Sabato 15 ottobre a Verrès uno stage di canto corale aperto a tutti guidato da Giorgio Guiot. Il giorno dopo, domenica 16 ottobre, appuntamento al Forte di Bard alle 15, per un concerto del coro PoliEtnico, diretto da Guiot.
PoliEtnico Giorgio Guiot
Pubbliredazionali

Musica, natura e spettacoli, il tutto accompagnato da una grande passione per il canto corale. Sono le premesse del Mountain’s Choir Festival, il ritrovo annuale di cori organizzato dal Chorus Inside Valle d’Aosta, che porta concerti, workshop e ritiri in giro per la Valle d’Aosta, grazie al sostegno del Ministero della Cultura. Quest’anno tra gli artisti e i coristi ospiti della rassegna c’è anche Giorgio Guiot che sarà il protagonista di un fine settimana all’insegna del canto corale. Sabato 15 ottobre ci sarà uno stage di canto corale aperto a tutti, presso il salone Murasse di Verrès. Il giorno dopo, domenica 16 ottobre, appuntamento al Forte di Bard alle 15, per un concerto del coro PoliEtnico, diretto da Guiot.

Musicista specializzato in musica corale, direttore di coro e compositore, Guiot si occupa da anni di progetti di formazione musicale. Dirige il coro PoliEtnico del Politecnico di Torino, un progetto che unisce ragazzi, insegnanti e personale dell’università in un’unica voce, creando una commistione di stili, canzoni e musica da 12 diversi Paesi. Oltre alla musica corale, Guiot è anche molto attivo come insegnante e formatore. Ha tenuto corsi di logopedia, di alfabetizzazione musicale nelle scuole e per gli adulti, infine, da anni si impegna per rendere la musica un linguaggio accessibile a tutti. Grazie al suo approccio alla didattica, le sue lezioni sono un’occasione unica per approfondire la passione per la musica e il canto corale in modo inclusivo e stimolante.

Si comincia sabato 15 ottobre, dalle 10 alle 17.30, per una giornata di workshop sul tema “il canto come strumento di relazione”, durante la quale Guiot guiderà i partecipanti in una lezione sul canto corale condividendo tutta la sua passione e la sua conoscenza. Le iscrizioni sono aperte a tutti i coristi per condividere insieme l’amore per il canto corale e continuare ad imparare e a mettersi alla prova esplorando nuovi orizzonti musicali. La partecipazione è gratuita, le prenotazioni si possono effettuare direttamente online compilando il modulo di iscrizione.

Il giorno seguente, domenica 16 ottobre, dopo aver imparato insieme, sarà possibile ascoltare di persona il concerto del coro PoliEtnico del Politecnico di Torino, diretto da Giorgio Guiot. La scaletta che porteranno sul palco è un’occasione per uscire dal repertorio “classico” del canto e della musica corale grazie alla commistione di stili ed ispirazioni che compone questo coro multietnico. Saranno eseguiti brani in diverse lingue, con un repertorio vario e variegato, molto diverso da quello che si è abituati a sentire tra le nostre montagne. Per accedere al concerto è necessario acquistare il biglietto di ingresso al Forte da 8 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte