Pubbliredazionali di Massimiliano Riccio |

Ultima modifica: 26 Novembre 2019 12:19

Il settore del beauty non conosce crisi: le richieste sono in forte aumento

Aosta - Ciò vale per le donne, ma anche per gli uomini, che trascorrono parecchio tempo nelle Spa e nei centri estetici.

Trucco permanenteTrucco permanente

Negli ultimi anni sempre più persone curano la propria estetica. L’intento è quello di apparire impeccabili in qualunque situazione. Ciò vale per le donne, ma anche per gli uomini, che trascorrono parecchio tempo nelle Spa e nei centri estetici. Ma a che cosa è dovuto questo cambio di tendenza? Sicuramente, almeno in buona parte, alla comparsa ed alla diffusione dei social network, che impongono di mostrarsi perfetti in qualsiasi momento della giornata, anche al risveglio o dopo una notte di bagordi.

Non a caso spopolano le applicazioni che permettono di eliminare qualunque tipo di imperfezione, anche quelle più marcate. Tuttavia, a volte può non essere sufficiente ritoccare un’immagine con un filtro per ottenere consensi in rete. Per questa ragione è cresciuta in maniera esponenziale la richiesta di interventi estetici.

Secondo gli ultimi dati, le più interessate sono le ragazze con un’età compresa tra i 14 ed i 18 anni. Il desiderio è quello di assomigliare alle star del web ed alle influencer, in modo da aumentare il numero dei followers. Del resto, non bisogna dimenticare che non si tratta nella maggior parte dei casi di pura vanità, bensì desiderio di guadagno. Infatti, il mondo dei social permette in alcuni casi anche di fare business.

Altri aspetti importanti da considerare: su cosa è bene ragionare?

Tuttavia, è fondamentale soffermarsi anche su un altro punto interessante. Bisogna, infatti, considerare che il desiderio crescente di migliorare il proprio aspetto ha portato alla nascita di trattamenti particolarmente efficaci, ma non troppo costosi. Di fatto, la bellezza al giorno d’oggi può essere alla portata di tutti, anche di chi deve fare i conti con delle entrate non troppo cospicue. Infatti, oltre alla chirurgia estetica, è possibile fare ricorso ad approcci meno onerosi, in grado di assicurare anche un altro vantaggio: la ridotta invasività.

Ciò permette di correre meno rischi e di preservare al meglio la propria salute. Senza considerare che viene data grande importanza ai materiali ed ai prodotti utilizzati, in modo da evitare qualunque tipo di controindicazione. Particolarmente richiesto è il permanent makeup, poiché consente di ottenere risultati eccellenti in modo rapido, potendo contare sulla massima sicurezza. Infatti, i pigmenti che vengono inseriti nella cute sono naturali e tendono a svanire dopo 2-3 anni.

Tale soluzione è assai apprezzata, poiché consente di correggere eventuali imperfezioni del viso e di metterne in risalto i punti di forza. Detto ciò però è bene sottolineare che non tutti i centri estetici sono in grado di garantire risultati professionali. Per avere la certezza di affidarsi a degli esperti basta visitare il sito TruccoPermanente.it, che fornisce anche interessanti indicazioni in merito a questo particolare trattamento di bellezza.

Previsioni per il futuro: quale valore verrà dato alla bellezza?

Dare una risposta concreata a questa domanda non è certamente facile. Di fatto, bisognerebbe essere in possesso della sfera di cristallo. Tuttavia, l’interesse per la perfezione estetica non sembra essere destinato a svanire nell’arco di poco tempo. Del resto, i social network continuano a mantenere una certa rilevanza, soprattutto tra i giovani. Non bisogna dimenticare che, secondo le ultime stime, la curiosità sta aumentando anche tra gli adulti.

Dunque, a meno che non si verifichi un vero e proprio cambio di tendenza, la situazione non è destinata a cambiare, o almeno non nell’immediato. Vale però la pena di tenere in considerazione un aspetto importante. Ѐ bene sottolineare, infatti, che sono sempre di più le persone che si dichiarano pentite di essere ricorse al bisturi. Forse è anche per questo motivo che i trattamenti non invasivi sono in forte aumento.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>