Pubbliredazionali, Sport

Ultima modifica: 9 Maggio 2016 0:00

La Valle torna a essere la capitale della Mountain Bike: a Courmayeur i Campionati italiani assoluti

Courmayeur - L’11 e 12 giugno 2016 le “ruote grasse” saranno protagoniste ai piedi del Monte Bianco grazie all’impegno del Velo Club Courmayeur Mont Blanc che si è aggiudicato l’organizzazione proprio nell'anno delle Olimpiadi.

Velo Club Courmayeur

Ventitré anni dopo l’esperienza di Pila, la Valle d’Aosta torna ad essere la capitale delle “ruote grasse”. L’11 e 12 giugno 2016 Courmayeur ospiterà i Campionati Italiani assoluti di Mountain Bike grazie all’impegno del Velo Club Courmayeur Mont Blanc che si è accaparrato l’organizzazione proprio nell’anno delle Olimpiadi.

"Da anni organizziamo eventi nazionali e internazionali nel comune di Courmayeur e, lo scorso anno, dopo gli italiani Xc Eliminator e la gara internazionale della domenica siamo rimasti piacevolmente sorpresi della richiesta da parte della Federazione Ciclistica Italiana di organizzare l’evento più importante del 2016 in Italia. Abbiamo accettato al volo la sfida e ci siamo messi subito all’opera per garantire una manifestazione all’altezza delle aspettative del pubblico, esattamente come 23 anni fa", ha spiegato Claudio Cheraz, presidente del V.C. Courmayeur.

Nel 1996, infatti, la bella conca di Pila ospitava i Campionati Italiani assoluti di Mountain Bike dimostrando un grande potenziale organizzativo per le manifestazioni delle ruote grasse. Quell’esperienza ha portato Pila ad essere la capitale della mountain bike e il downhill: "Una gara dura, in alta quota, molto tecnica e degna di valore internazionale", fu definita allora dai vari big degli anni novanta.

Nel 2016 l’obiettivo è di replicare quanto fatto a Pila ai piedi del Monte Bianco. "Siamo una squadra di atleti – aggiunge Cheraz – ma prima di tutto di amici, uniti da una grande passione che è la bicicletta. Un gruppo coeso, nonostante sia diviso tra alta, bassa e centro Valle, composto da molti maestri, uniti da un unico obiettivo: trasmettere i propri valori di unità e rispetto dell’ambiente ai ragazzi. Abbiamo una molteplicità di atleti divisi per età ed organizziamo corsi stagionali agonistici e non per avvicinarli sempre di più alle ruote grasse, alla natura, cercando di creare amicizie che si mantengano poi al di là dello sport".

Ed è proprio questa coesione di gruppo che ha permesso al Velo Club Courmayeur Mont Blanc di farsi strada nel campo dell’organizzazione di eventi internazionali negli anni, nonostante la crisi. "Le amministrazioni comunali e regionali ci hanno sempre sostenuto e continuano a darci il loro appoggio ma la vera spina dorsale della nostra organizzazione sono i più di 70 volontari tra genitori, amici ed appassionati che ogni anno ci aiutano nella preparazione del percorso, nella gestione dei ristori, delle aree tecniche e ci sostengono in tutto e per tutto nei giorni di gara, perché "anche se la manifestazione dura un week end, il lavoro inizia molti mesi prima", ha sottolineato Rudi Garbolino, direttore dell’organizzazione della manifestazione.

Dopo ventitré anni il Campionato assoluto di Mountain Bike finalmente tornerà in Valle d’Aosta. Una sfida importante, dalle grandi aspettative, che ospiterà le categorie amatoriali e la staffetta CONI dei giovanissimi durante il sabato, mentre nella giornata di domenica 12 giugno si vedrà sicuramente qualche colpo di scena nella sfida dei big, candidati alle Olimpiadi. Un weekend importante, ai piedi della montagna più alta d’Europa.

Tutte le informazioni necessarie si possono trovare sul sito www.veloclubcourmayeur.it

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>