Contenuto Pubblicitario

Solidarietà, fotografia e territorio: il Millet Tour du Rutor Extrême è un’esperienza a 360 gradi

Diventato una classica dello scialpinismo mondiale, il TDR quest’anno sarà prova unica di Campionato Mondiale Lunghe Distanze e unica tappa 2022 di La Grande Course. Ma non è tutto, perché durante la competizione, su tutto il territorio, andranno in scena attività ed eventi che renderanno ancora più intense e ricche di emozioni le tre giornate di gara.
Tour du Rutor 2018 - Foto Stefano Jeantet
Pubbliredazionali

Il Millet Tour du Rutor Extrême, spettacolare kermesse scialpinistica valdostana in programma dal 31 marzo al 2 aprile nei comuni di Arvier, Valgrisenche e La Thuile, diventa una vera e propria esperienza a 360 gradi. Organizzato dallo Sci Club Corrado Gex di Arvier, il TDR è diventato mito, tradizione, leggenda. Nel 2022 la gara festeggerà la ventesima edizione ma ha una storia ben più antica che ha ripreso vita nel 1995, anno in cui lo Sci Club Corrado Gex, con alcuni giovani di Arvier, decise di tornare ad organizzare il “Trofeo del Rutor”, gara di scialpinismo disputata una prima volta nel 1933, sui ghiacciai del Rutor, e una seconda nel 1948.

Diventato quindi una classica dello scialpinismo mondiale, il TDR quest’anno sarà prova unica di Campionato Mondiale Lunghe Distanze e unica tappa 2022 di La Grande Course. Per l’edizione del ventennale, poi, sono previsti un totale di 7500 mt dislivello positivo, 30 cambi di assetto, 105 km, 60 km di salite, 45 km di free ride, 6 km di creste e canali, 4 bivacchi elitrasportabili di supporto e per ogni tappa gli atleti saliranno oltre i 3000 metri di quota.

Ma non è tutto, perché durante la competizione, su tutto il territorio, andranno in scena attività ed eventi che renderanno ancora più intense e ricche di emozioni le tre giornate di gara.

Apertura straordinaria degli impianti aperti

Per l’occasione, a La Thuile, la telecabina DMC Les Suches sarà aperta eccezionalmente dalle ore 6:00 alle 7:00 del 31 marzo 2022 per poter aspettare gli atleti in quota nel momento del passaggio. Il costo del biglietto di sola andata è al prezzo speciale di 5€, acquistabile in biglietteria La Thuile il giorno stesso.

Il Mountain Village Tour e i gadget spettatori

In occasione del Tour du Rutor, Arvier diventa la location ideale sia per gli espositori che avranno l’occasione di promuovere i propri prodotti e di incontrare atleti e appassionati, sia per gli sportivi che potranno conoscere le ultime novità nel campo delle attrezzature e dell’abbigliamento sportivo all’interno del Mountain Village Tour, dal 30 marzo al 1° aprile 2022, allestito all’area verde. Ogni giorno per gli spettatori e i tifosi lungo il percorso che si accaparreranno i coupon negli appositi punti dedicati, ci saranno in palio dei gadgets Millet che potranno poi essere ritirati nel pomeriggio proprio presso lo stand Tour du Rutor al Mountain Village. Per info Mountain Village: mvillage@tourdurutor.com

Tour du Rutor 2018 - Foto Stefano Jeantet
Tour du Rutor 2018 – Foto Stefano Jeantet

Il concorso fotografico PhotoAlpArvier 2022

Con l’obiettivo di valorizzare insieme alla competizione anche le sue molteplici sfaccettature, dagli atleti al dietro le quinte, fino all’ambiente montano in cui si svolge, lo Sci club Corrado Gex organizza il concorso fotografico PhotoAlpArvier 2022.  La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a tutti gli appassionati di fotografia di qualsiasi nazionalità. Basterà compilare il form sul sito tourdurutor.com, nella sezione dedicata al concorso. Le fotografie dovranno essere scattate sul territorio nei tre giorni di svolgimento della gara, dal 31 marzo al 2 aprile 2022, essere inviate all’organizzazione tramite We Transfer alla mail info@tourdurutor.com entro il 16 aprile 2022. Regolamento e informazioni su tourdurutor.com.

Tour du Rutor fa rima con solidarietà

Saranno ben due, infatti, le associazioni di beneficienza alle quali sarà devoluta una donazione: Sanonani House e Parent Project APS. Quest’anno il Tour du Rutor, da anni accanto all’associazione Sanonani Onlus, raddoppia e sposa la causa di Parent Project APS – presente sul territorio di Arvier come iniziativa solidale e di aggregazione creativa a sostegno della ricerca sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker – perché ritiene che anche grazie a questo contributo si può aiutare a raggiungere traguardi difficili, ma non impossibili. Valori assolutamente in linea con lo spirito agonistico “estremo” della gara di sci alpinismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Pubbliredazionali