Aosta-Capo Nord in Ape: missione compiuta. Henry Favre e Ludovico Botalla hanno raggiunto la meta

I due giovani hanno attraversato la Germania, la Danimarca, la Svezia e la Norvegia esclusivamente su strade statali, tra paesini, campi di grano, boschi e distese di pianure, prima di arrivare al punto più settentrionale d'Europa.
L'Ape immortalata con il globo d'acciaio simbolo di Capo Nord
Società

Henry e Ludovico ce l’hanno fatta. Partiti da Aosta lo scorso 26 luglio sono arrivati oggi a Capo Nord a bordo della loro Ape: più di 5.182 chilometri macinati in meno di un mese. I due giovani hanno attraversato la Germania, la Danimarca, la Svezia e la Norvegia esclusivamente su strade statali, tra paesini, campi di grano, boschi e distese di pianure, tra mille avventure, compreso un tamponamento la scorsa settimana, prima di arrivare al punto più settentrionale d’Europa.

Ora, dopo il dovuto riposo e meritati riposo, rientreranno ad Aosta, sempre in Ape. "L’avventura non termina qui – spiegano sul loro sito internet – ci aspetta ancora tutto il viaggio di ritorno. La nostra meta ora è casa. Da Nordkapp, nella contea norvegese di Finmark, ci si dirigerà alla volta della Finlandia, in direzione delle tre repubbliche sulla costa orientale del Mar Baltico; Estonia, Lettonia e Lituania. Da qui si attraverserà la Polonia, la Repubblica Ceca, l’Austria per dare nuovamente il benvenuto al territorio italiano e alle sue Alpi".

Ad accompagnare l’avventura di Favre e Botalla c’è la Grobeshaus Productions che sta realizzando un documentario dal titolo "cAPEnorth" supportato dalla Film Commission Valle d’Aosta.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte