Arvier saluta il Festival francofono degli scacchi e si prepara per il Campionato dell’Ue

Dal 4 al 12 settembre, il Campionato dell'Unione Europea, sarà aperto a giocatori dei ventisette Paesi dell'Unione, oltre che a Croazia, Turchia e Macedonia. Il Festival francophone des échecs è stato vinto dal rumeno Mihai Suba
Società

Appena 35 scacchisti, ma provenienti da ben sette Nazioni, si sono sfidati, dal 4 al 9 luglio, nella sala polivalente delle scuole di Arvier, per la seconda edizione del Festival francophone des échecs. "Speravamo in una partecipazione maggiore – dice il presidente del Comitato scacchistico valdostano Agostino Scalfi, organizzatore del torneo – ma abbiamo avuto le importanti defezioni della Francia e della Svizzera, che non hanno iscritto rappresentanti".
Il torneo, aperto a tutti i tesserati di federazioni iscritte l'Association international des échecs francophones, è stato vinto dal rumeno Mihai Suba, davanti ai bulgari Vladimir Petkov e Petar Arnaudov.

"Siamo partiti con questa manifestazione – continua Scalfi – lo scorso anno ad ottobre, con appena 25 iscritti. Quest'anno abbiamo lavorato meglio per promuoverla, ma gli italiani non hanno partecipato perché credevano di non poterlo fare. La Valle d'Aosta è area francofona, quindi tutti gli iscritti alla Federazione scacchistica italiana potevano partecipare".

Arvier, ormai meta abituale per gli appassionati, ospiterà nuovamente un'importante torneo dal 4 al 12 settembre, con il Campionato dell'Unione Europea, aperto a giocatori dei ventisette Paesi dell'Unione, oltre che a Croazia, Turchia e Macedonia (Fyrom).

Il movimento scacchistico valdostano, che ha ben figurato al Festival francophone grazie al quarto posto finale di Corrado Yeuillaz e a Davy Marguerettaz, che ha giocato un ottimo torneo chiudendo undicesimo, conta una cinquantina di tesserati agonisti alla federazione: "Facciamo attività promozionale nelle scuole – conclude Scalfi – tanto che ai Giochi sportivi studenteschi abbiamo ospitato un torneo con quasi cento partecipanti. Un altro momento importante per il movimento scacchistico rossonero sarà GiocAosta, il 21 e il 22 agosto in piazza Chanoux, ad Aosta".

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte