Erbe da scoprire, erbe da gustare: un’escursione attorno ad Ozein

Le guide naturalistiche di Percorsi Alpini propongono alcune escursioni dedicate alla scoperta di fiori ed erbe di cui sono ricchi i prati della Valle d’Aosta. Si parte dalla chiesetta lungo il sentiero delle transumanze spunto per le prime osservazioni.
Montagna e dintorni, Società

Ozein, frazione di Aymavilles, è conosciuta senz’altro per la Favò e per la Martse di Leudze ma, chi risale per la prima volta la stretta valle di Cogne scegliendo di deviare per Ozein, rimane affascinato dall’ampio panorama che si ha sulla valle centrale e dalla splendida vista sulla maestosa piramide della Grivola.

Una balconata aperta e soleggiata, costellata di tanti piccoli villaggi e punto di partenza per diverse escursioni che portano a diversi alpeggi, fino al più conosciuto La Pierre o La Përa (in patois).
Percorsi alpini propone quest’anno una novità nel suo calendario di attività estive: un pomeriggio dedicato alla scoperta di fiori ed erbe, belli da vedere ma anche da gustare nel piccolo, ma molto accogliente Bar&Bistrot Carillon, ove si concluderà l’escursione con una cena a base di erbe, ovviamente!

Il ritrovo è al piazzale davanti alla chiesetta di Ozein (1363 m) e, dopo un breve breafing con la Guida per illustrare il percorso, si sale per un tratto lungo la strada asfaltata per poi inoltrarsi subito lungo il sentiero delle antiche transumanze, incontrando i prati, già spunto per le prime osservazioni.

Seguendo il segnavia n. 8 ci si inoltra in un bel bosco di ombrosi abeti ove il sentiero costeggia un muro a secco ricoperto di muschio ed il sottobosco è tappezzato dall’Acetosella. Oltrepassato verso sinistra il solco del torrentello il sentiero si inerpica su di un pendio solatio che conduce al ripiano de La Premou, il primo degli alpeggi della zona di Ozein e punto più alto della nostra escursione (1685 m). Ad attenderci una colonia di marmotte che da qualche anno ha deciso di stabilirsi nei pascoli ormai non più frequentati dalle mucche.

Nei dintorni dell’alpeggio abbandonato si trovano tutti gli ingredienti per fare una buona zuppa di erbe selvatiche e sarà l’occasione per trovare i segni della vita dei pastori e del loro bestiame.
Durante la discesa si attraversano radi boschi di larice ed ex coltivi terrazzati con una vista mozzafiato che dalla Grivola spazia sul Monte Bianco e sul Mont Fallère. Si giunge quindi al Dailley, il villaggio più alto di Ozein, con grandi case in pietra testimonianza della vita rurale di una comunità agricola attiva e laboriosa.
Prima di concludere l’escursione non si può non fare una tappa alla cosiddetta Casa del Vescovo – La Tornalla, una residenza appartenuta sicuramente a ricche famiglie della nobiltà valdostana, con la caratteristica torre e diverse meridiane.
Ora possiamo rientrare, ricordandoci che molte delle erbe che abbiamo incontrato sul nostro cammino possono servire per preparare un’ottima cenetta!

Date previste: 18 giugno, 4 luglio, 16 luglio, 4 agosto (escursione abbinata a cena a base di erbe spontanee)
Escursione per tutti
Dislivello: 320 m circa
Tempo di percorrenza: 1h30
Info e prenotazioni:
www.percorsialpini.com info@percorsialpini.com 3442934602
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società