In aiuto dei genitori che si separano è in arrivo il “mediatore familiare”

Sarà un servizio sperimentale per una durata di tre anni su cui l'amministrazione regionale investirà 200mila euro. La Valle d'Aosta è fra le prime tre regioni per numero di separazioni
Società

Liguria, Valle d'Aosta, Lazio. E' la classifica delle regioni italiane dove le coppie si separano più frequentemente. Ma per ridurre le situazioni di conflitto in un fenomeno che è sempre più diffuso, è in arrivo il mediatore familiare. Sarà un servizio sperimentale per una durata di tre anni su cui l'amministrazione regionale investirà 200mila euro.

I mediatori saranno tre: due di area psico sociale e uno nel settore legale. "Questa figura è già prevista in diverse leggi a livello nazionale – ha dichiarato l'assessore alle Politiche sociali, Albert Lanièce – ma la Valle d'Aosta è tra le poche in Italia a fare un servizio pubblico".

Il mediatore familiare è una figura neutrale e qualificata che viene sollecitata dalle parti per fronteggiare la riorganizzazione resa necessaria dalla separazione. L'ufficio minori della Regione, tra l'altro, ha rilevato una stretta relazione tra la situazione di disagio dei ragazzi e la conflittualità della coppia in fase o a seguito di una separazione.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte