In fase di esaurimento i contributi regionali per il rinnovo del parco auto valdostano

Dal 2007 ad oggi sono stati complessivamente messi a disposizione dei residenti valdostani 3.410.000 euro di contributi, la maggior parte dei quali sono già stati erogati. Le risorse ancora disponibili sono in fase di esaurimento.
Piazza Arco d'Augusto
Società
Per il rinnovo tecnologico del parco auto e moto circolante in Valle d’Aosta sono stati complessivamente messi a disposizione dei residenti valdostani 3.410.000 euro di contributi, la maggior parte dei quali sono già stati erogati. E’ quanto comunica in una nota l’Assessorato delle Attività produttive e Politiche del Lavoro. Le risorse ancora disponibili sono in fase di esaurimento e pertanto i competenti uffici non accetteranno ulteriori domande oltre la somma stanziata. I valdostani che ad oggi hanno usufruito del contributo sono stati 2.600.

In applicazione della legge regionale sugli “Incentivi regionali” e successive modificazioni, i contributi previsti sono di 1.300 euro per la rottamazione e l'acquisto di autovetture e autocarri nuovi; 1.500 euro per la rottamazione e l'acquisto di autovetture e autocarri nuovi equipaggiati di filtro antiparticolato oppure con alimentazione, esclusiva o doppia, a gpl, gas metano, elettrica o a idrogeno; 500 euro per la rottamazione e l'acquisto di nuovi motocarri e motoveicoli per trasporto specifico; 300 euro per la rottamazione e l'acquisto di nuovi motocicli e ciclomotori; 500 euro per la rottamazione e l'acquisto di ciclomotori a propulsione elettrica; 500 euro per la riconversione di autovetture e autocarri a gpl o gas metano

L’assessorato, che evidenzia tra l’altro “l’elevato riscontro che tale iniziativa ha avuto da parte dei cittadini e l’efficace apporto al miglioramento della qualità dell’aria della nostra Regione” ricorda che eventuali informazioni o chiarimenti in merito agli eco-incentivi regionali sono disponibili al n. verde 800-61.00.61 oppure presso il Servizio contingentamento al n. 0165 275141.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società
Società