Joya Malalai, donna dell’anno 2004, sospesa dal parlamento afgano. Solidarietà del Consiglio Valle

Solidarietà a favore della deputata afgana Joya Malalai è stata espressa oggi dal Presidente del Consiglio Valle, Ego Perron in apertura dei lavori del Consiglio. Il Presidente Perron ha riferito la decisione del parlamento...
Società

Solidarietà a favore della deputata afgana Joya Malalai è stata espressa oggi dal Presidente del Consiglio Valle, Ego Perron in apertura dei lavori del Consiglio.
Il Presidente Perron ha riferito la decisione del parlamento afgano di sospendere per tre anni dal parlamento la giovane deputata Joya Malalai, Donna dell’Anno 2004 a seguito di un’intervista rilasciata da quest’ultima nella quale definiva il parlamento afgano ?una stalla i cui membri sono i criminali e nemici del popolo.


“Sin dalla sua elezione in Parlamento
– ha sottolineato Perron – la Malalai ha subito quattro attentati e diverse minacce di morte e intimidazioni e la sua sospensione è solo l’ultima presa di posizione di quelli che lei chiama “I Signori della guerra”. Le è stata, inoltre, limitata la possibilità di spostamento all’interno del suo Paese, che la priva della possibilità di uscire dall’Afghanistan, con possibili gravi conseguenze per la sua persona.
Mi auguro – ha continuato Perron – che questa Assemblea possa esprimere il supporto e la solidarietà verso la Malalai, prevedendo un documento che possa in qualche modo sostenere la sua situazione, ribadendo una volta di più la difesa dei diritti umani.”

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte