Le fiamme divorano l’azienda di un agricoltore di Jovencan

Sono ancora sconosciute le cause dell'incendio che ieri mattina intorno alle 4 ha divorato l'azienda agricola di Livio Comé in località Pessolin 10 a Jovençan. Tra le prime ipotesi avanzate dai Vigili del Fuoco, un corto...
Società

Sono ancora sconosciute le cause dell’incendio che ieri mattina intorno alle 4 ha divorato l’azienda agricola di Livio Comé in località Pessolin 10 a Jovençan.
Tra le prime ipotesi avanzate dai Vigili del Fuoco, un corto circuito partito dalla stalla o dal locale attrezzi o un’autocombustione nel locale dove erano custodite alcune balle di fieno.

La conta dei primi danni parla di circa mezzo milione di euro.
Distrutte dalla fiamme la stalla, il fienile, il locale ricovero attrezzi e il laboratorio di falegnameria.
Salva invece l’abitazione principale dei Comé, risparmiata dall’incendio anche grazie all’intervento dei pompieri, una ventina, giunti sul luogo con autobotti, autogrù e schiumogeni.

Livio Comé, la moglie, Lidia Bataillon e le loro tre figlie, due gemelle di 19 anni e una di 16, stavano dormendo quando sono stati svegliati intorno alle 4 di giovedì mattina dal rumore delle fiamme.
Prima che l’incendio divorasse tutta la stalla sono riusciti, appena in tempo, a portare in salvo i due tori e la mucca.
Fortunatamente, la parte restante del bestiame, circa 30 capi, era in alpeggio.
Distrutti dalle fiamme anche una parte dei macchinari dell’azienda agricola.
Oltre ai pompieri sul luogo sono intervenuti anche alcuni volontari dei tre distaccamenti dei Vigili del Fuoco della zona e molti vicini di casa che hanno lavorato per tutta la giornata di ieri a fianco dell’agricoltore di Jovençan.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società